Press

GP OLANDA

BETA TOOLS SPEED UP

DI GIANNANTONIO AD UN PASSO DALLA TOP TEN NEL GRAN PREMIO D’OLANDA. NAVARRO CADE ALL’UNDICESIMO GIRO.

Gara difficile alla Cattedrale della Velocità per i piloti del Beta Tools Speed Up team. Di Giannantonio taglia il traguardo undicesimo dopo 24 giri guidati al limite. Un weekend comunque positivo per il numero 21 del team con alcuni problemi risolti e fiducia acquisita nella guida della Speed Up. In gara Fabio ha fatto del suo meglio finendo ancora una volta a punti sebbene dei problemi di vibrazione all’anteriore della moto lo abbiano messo a dura prova.

Purtroppo Jorge Navarro non è riuscito a finire la gara al leggendario TT Circuit Assen. Alla fine dell’undicesimo giro lo spagnolo è scivolato all’ultima chicane finendo anticipatamente il suo TT Assen. Un weekend complicato ma dal quale apprendere per ritornare più forti di prima.

La Moto2 non si ferma e si sposta in Germania per il nono appuntamento del Campionato Mondiale, 5-6-7 luglio al Sachsenring.

FABIO DI GIANNANTONIO#21 – 11°
“Un risultato che non ci aspettavamo dopo un weekend tosto in cui avevamo il passo per stare davanti. In gara però abbiamo avuto dei problemi che ci hanno rallentato e impedito di guidare come sappiamo. La vibrazione all’anteriore ha complicato di molto la mia guida, soprattutto in frenata. Più passavano i giri, più la benzina calava e più aumentava la difficoltà nella guida. L’undicesimo posto oggi non è neanche meritato perché con il passo che avevamo potevamo fare peggio. C capiremo cos’è successo in gara e lavoreremo come sempre per migliorare. Ci si vede al Sachsenring!”
JORGE NAVARRO#9 – Non classificato
“Non è stato il weekend più facile per noi. A livello personale ho commesso troppi errori in questo gran premio, e niente, chiedo scusa al team, imparo dai miei errori e penso già alla Germania. Dobbiamo concentrarci sulle note positive di questo fine settimana e continuare a lavorare sodo come già stiamo facendo senza distrazioni. Mi dispiace perché ho perso troppe posizioni all’inizio della gara e poi quando ho trovato il mio ritmo ho forzato troppo guidando al limite. Ho poi commesso quell’errore all’ultima chicane che mi è costato la gara e i punti per la classifica. Non ci resta che imparare dagli errori commessi e ripartire più forti di prima!”

 

SECONDA E TERZA FILA PER IL BETA TOOLS SPEED UP TEAM NEL DUTCH TT DI ASSEN

Il Beta Tools Speed Up team chiude le qualifiche del Dutch TT con il sesto e settimo posto aggiudicandosi la seconda e terza fila della griglia di partenza del tracciato olandese.

Di Giannantonio assieme al suo staff risolve le incertezze del venerdì durante l’ultima sessione di prove libere del mattino e conquista l’accesso diretto alle Q2. Nei quindici minuti disponibili, Fabio migliora ulteriormente il suo tempo e con il crono di 1’36.979 sigilla la seconda fila della griglia.

Una giornata difficile ma con esito positivo quella di Jorge Navarro che a causa di una caduta ad inizio Fp3 non riesce a rientrare in pista per i notevoli danni alla moto. Fuori dai primi 14, Jorge affronta le Q1 e con determinazione guadagna l’accesso alle Q2. Il traffico in pista e qualche vibrazione in più impediscono a Jorge di trovare un buon giro veloce ma lo spagnolo si sente pronto a lottare già dalla partenza in terza fila nella gara di domani.

FABIO DI GIANNANTONIO#21 – 6° in 1’36.979
“Oggi davvero bene, molto meglio di ieri. Stamattina siamo partiti molto più forte di ieri anche con le gomme usate. Non abbiamo invece sfruttato le gomme nuove come avremmo dovuto, ci son stati dei miglioramenti ma potevamo fare di più. Nel pomeriggio abbiamo fatto un gran step in avanti. Siamo scesi sotto il minuto e 37 prendendoci la seconda fila. Domani sarà una gara tosta perché siamo in parecchi ad avere un buon passo, ma possiamo lottare con i primi!”
JORGE NAVARRO#9 – 7° in 1’37.076
“Non è stata una giornata semplice. Questa mattina sono caduto dopo pochi giri dall’inizio delle Fp3 ed il feeling con la moto non era buono. Con la squadra abbiamo deciso alcune modifiche da apportare al setting prima delle Q1 grazie alle quali siamo riusciti a migliorare alcuni punti, ma non le vibrazioni. In Q2 non sono riuscito a trovare il giro veloce, ma son contento perché alla fine siamo riusciti a prenderci la settima posizione in una situazione complicata. Credo domani lotteremo come sempre con il gruppo di testa!”

 

PRIMA GIORNATA DI PROVE LIBERE DEL TT ASSEN ALLA CATTEDRALE DELLA VELOCITÀ

Si è conclusa nel pomeriggio la prima giornata di prove libere del Gran Premio d’Olanda, in programma questo weekend allo storico TT Assen circuit.

Dopo le prime due sessioni di prove libere sul tracciato olandese, Jorge Navarro ottiene il quinto tempo della giornata in 1’37.687 a soli +0.289 decimi. Il numero 9 del Beta Tools Speed Up team aveva chiuso i 40 minuti di Fp1 in settima posizione migliorando poi il suo tempo giro nella prova del pomeriggio dimostrandosi ancora una volta competitivo in sella alla sua Speed Up.

Il suo compagno di squadra Fabio Di Giannantonio ha iniziato il venerdì al TT Assen circuit con il nono tempo della classifica durante la prima di libere in 1’38.337. Il buon feeling avuto ad inizio giornata è stato interrotto da delle vibrazioni all’anteriore che hanno impedito a pilota e team di continuare l’ottimo lavoro svolto nelle Fp1 chiudendo la prima giornata al diciottesimo posto.

JORGE NAVARRO#9 – 5° in 1’37.687
“Positivo come primo giorno, questa mattina siamo partiti subito con un buon feeling con la moto. In Fp2 abbiamo fatto alcune prove per capire la direzione da prendere nelle prove di domani. Abbiamo capito la strada da prendere per continuare l’ottimo lavoro svolto finora. Questa sera ci concentreremo su alcuni dettagli per concludere al meglio le prove libere con la Fp3 di domani mattina ed essere competitivi in qualifica. Fondamentale il passo gara che proveremo domani e ce la metteremo tutta per entrare nelle Q2 e lottare per le prime posizioni della griglia”.
FABIO DI GIANNANTONIO#21 – 18° in 1’38.106
“Questa mattina abbiamo iniziato bene, non mi aspettavo d’essere così veloce al primo turno. Nel pomeriggio invece qualcosa è cambiato, delle forti vibrazioni all’anteriore hanno reso difficile la guida della Speed Up e ancora non siamo riusciti a capire come risolvere questo problema. Ora non ci resta che studiare i dati raccolti nelle due prove e trovare una soluzione per domani. Sento che c’è un largo margine di miglioramento e che possiamo essere ancora più competitivi. Domani faremo il possibile per entrare in Q2”.

Comments

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Copyright 2016 Speedup Factory © Via Cartiera, 21 36030 Lugo di Vicenza (VI) P.Iva 03568640241