Gare

BRNO – GRAND PRIX CESKE REPUBLIKY

  • brno_circLunghezza: 5403 mt.
  • Larghezza: 15 mt.
  • Lunghezza rettilineo: 636 mt.
  • Curve a sinistra: 6
  • Curve a destra: 8

________________________

I migliori piloti mondiali hanno preso parte ai Gran Premi disputati a Brno dal 1930. Fino al 1982 le competizioni si organizzavano nelle strade che attraversavano i dintorni della città ceca. L’iniziativa del Presidente T.G. Masaryk ha propiziato la costruzione di un vero e proprio circuito negli anni 80, con la speranza di organizzare una gara di Formula 1. Nel 1987, dopo vari anni di assenza nel calendario del Campionato del Mondo, è tornato a disputarsi il Gran Premio della Repubblica Ceca. Apprezzato sia dai piloti che dagli spettatori, il circuito di Brno serpeggia attraverso alcune colline boscose che offrono eccellenti posizioni per contemplare le evoluzioni delle moto. Lunga e sicura, con costanti cambiamenti in elevazione e ondulate curve, la pista di Brno possiede una grande varietà di difficoltà tecniche che mettono alla prova il talento dei piloti e degli ingegneri.

Jerez de la Frontera – GRAN PREMIO DE ANDALUCÍA

  • Lunghezza: 4423 mt.
  • Larghezza: 11 mt.
  • Lunghezza rettilineo: 607 mt.
  • Curve a sinistra: 5
  • Curve a destra: 8

Costruito nel 1986 ha ospitato il suo primo Grand Prix l’anno successivo. Il circuito di Jerez è ora uno dei tracciati più popolari del Campionato del Mondo di MotoGP, il punto di incontro prediletto di una città fanatica per lo sport. Il circuito è situato all’interno di una valle nel sud della Spagna, uno scenario spettacolare contraddistinto da condizioni meteorologiche ottimali. Le gradinate presenti sul circuito consentono di ospitare fino a 250.000 spettatori.

Il circuito dispone di due tracciati alternativi, uno di 4.423 metri, l’altro di 4.428 metri; entrambi i tracciati sono stati ri-pavimentati nel 2005. Per questo motivo il circuito andaluso è meta di diversi team del Campionato del Mondo di MotoGP per le sessioni di test nel corso dell’anno. Le strutture per i media e per gli operatori del settore sono state anch’esse recentemente ammodernate, così come la torre di controllo e i box, garantendo al circuito un’ulteriore popolarità.

 

Jerez de la Frontera – GRAN PREMIO DE ESPAÑA

jerez_circ

  • Lunghezza: 4423 mt.
  • Larghezza: 11 mt.
  • Lunghezza rettilineo: 607 mt.
  • Curve a sinistra: 5
  • Curve a destra: 8

Costruito nel 1986 ha ospitato il suo primo Grand Prix l’anno successivo. Il circuito di Jerez è ora uno dei tracciati più popolari del Campionato del Mondo di MotoGP, il punto di incontro prediletto di una città fanatica per lo sport. Il circuito è situato all’interno di una valle nel sud della Spagna, uno scenario spettacolare contraddistinto da condizioni meteorologiche ottimali. Le gradinate presenti sul circuito consentono di ospitare fino a 250.000 spettatori.

Il circuito dispone di due tracciati alternativi, uno di 4.423 metri, l’altro di 4.428 metri; entrambi i tracciati sono stati ri-pavimentati nel 2005. Per questo motivo il circuito andaluso è meta di diversi team del Campionato del Mondo di MotoGP per le sessioni di test nel corso dell’anno. Le strutture per i media e per gli operatori del settore sono state anch’esse recentemente ammodernate, così come la torre di controllo e i box, garantendo al circuito un’ulteriore popolarità.

 

Losail – Doha – GRAND PRIX OF QATAR

qatar_circ

 

  • Lunghezza: 5.380 mt.
  • Larghezza: 12 mt.
  • Lunghezza rettilineo: 1068 mt.
  • Curve a sinistra: 6
  • Curve a destra: 10

General Info:

Il Losail International Circuit è situato nelle vicinanze di Doha, la capitale del Qatar. Il tracciato, costruito in un anno, è costato 58 milioni di dollari, richiedendo l’impiego di quasi 1000 addetti per permettere l’inaugurazione in occasione del Marlboro Grand Prix of Qatar il 2 ottobre 2004.

Il tracciato ha un’estensione di 5.400 metri, circondati da zone di verde sintetico studiate per impedire alla sabbia del deserto circostante di invadere la pista. Il rettilineo principale ha una lunghezza di oltre un chilometro, il resto del tracciato è un calibrato mix di curve veloci e medie, comprese un paio di sinistre veloci che riscuotono una certa popolarità tra i piloti.

Nel 2008 in Qatar si è celebrato il primo GP notturno della storia, a seguito della costruzione di un impianto di luci permanente. Il passaggio alle corse notturne è stato un successo trasformando questo appuntamento in uno dei più spettacolari del calendario MotoGP.

Copyright 2016 Speedup Factory © Via Cartiera, 21 36030 Lugo di Vicenza (VI) P.Iva 03568640241