Author Archive

Sachsenring – MOTORRAD GRAND PRIX DEUTSCHLAND

  • sachsenring_circLunghezza: 3671 mt.
  • Larghezza: 10 mt.
  • Lunghezza rettilineo: 700 mt.
  • Curve a sinistra: 10
  • Curve a destra: 3

________________________

Sachsenring è un altro punto chiave di grande tradizione sportiva: le corse automobilistiche e motociclistiche nelle strade vicine alla città di Chemnitz datano 1920 e si sono susseguite fino al 1990. Queste prove sono diventate ogni volta più pericolose, considerando la densità della popolazione e le condizioni di sicurezza per i piloti, per cui nel 1996 si decise di costruire il circuito di Sachsenring. Il nuovo tracciato fu ubicato a una decina di km dalla citata città tedesca e fu utilizzato essenzialmente come centro di addestramento per piloti e scuola di guida. Il circuito ospitò il suo primo Gran Premio nel 1998. Da allora sono state effettuate continue migliorie negli impianti, tra esse il radicale cambiamento nel disegno del tracciato effettuato nel 2001. Le sue numerose e strette curve fanno di questo circuito uno dei più lenti del calendario, ma queste stesse caratteristiche fanno sì che non manchino gare molto serrate e strenuamente disputate.

GP GERMANIA

MB CONVEYORS SPEED UP

GRANDE PROVA DI FABIO DI GIANNANTONIO CHE ARRIVA QUARTO AL TRAGUARDO. NAVARRO RIMONTA E FINISCE OTTAVO IL GRAN PREMIO DI GERMANIA

Al Sachsenring i piloti del team MB Conveyors Speed Up hanno concluso il Gran Premio della Germania in quarta e ottava posizione.

Di Giannantonio chiude l’ultima gara prima della pausa estiva al quarto posto mettendo a segno la sua migliore prestazione dimostrando determinazione e competitività in una pista tutta curve e tecnica.

Weekend complicato e altalenante invece per Jorge Navarro. Durante il weekend i riscontri erano molto positivi e tutto sembrava a suo favore a partire dal buon ritmo e dal giro veloce con il quale ha segnato il record della pista in Q1. Purtroppo la gara è apparsa in salita sin dalla partenza sbagliata che ha compromesso la prova del numero nove del team. Dopo aver perso 10 posizioni Jorge ha cominciato la rimonta fino a tagliare il traguardo in ottava posizione.

La Moto2 si ferma per la pausa estiva e riprende con il Gran Premio della Repubblica Ceca in programma dal 2 al 4 agosto.

FABIO DI GIANNANTONIO#21 – 4°
“Credo sia stato il nostro miglior weekend. Siamo stati veloci in tutte le sessioni oltre ad aver fatto un’ottima qualifica. Sono contento della gara, dopo una buona partenza sono sempre stato con i primi. Ho perso un po’ troppo tempo con Marini ma alla fine si è rilevata una gran prestazione ed un buon risultato ed il migliore da rookie fino ad ora. Si va in vacanza sicuramente più tranquilli e sicuri delle nostre capacità!”
JORGE NAVARRO#9 – 8°
“Alla fine di tutto credo che dobbiamo restare positivi. In questo fine settimana abbiamo dimostrato che siamo molto veloci ma allo stesso tempo abbiamo avuto a che vedere con le troppe cadute. So di dover rimediare a questo; devo fare un reset per iniziare a pensare diversamente. Oggi sono partito molto male e poi non ho voluto rischiare troppo, soprattutto nei primi giri. Con il ritmo che avevo in gara potevo lottare per il podio se solo non avessi sbagliato la partenza. Mi dispiace moltissimo, ma dobbiamo restare positivi, anche quando non gareggiamo al nostro livello. Sarà una pausa costruttiva per tornare al massimo con l’obiettivo di vincere!”

 

DI GIANNANTONIO E NAVARRO TERMINANO LE QUALIFICHE DEL GRAN PREMIO DI GERMANIA IN SECONDA E QUARTA FILA

I piloti del team MB Conveyors Speed Up hanno completato le qualifiche del Gran Premio di Germania disputate quest’oggi al Sachsenring.

Durante l’ultima sessione di libere il rookie del team ha migliorato il suo crono di quasi quattro decimi dal tempo del venerdì sebbene la mancanza di grip all’anteriore abbia reso la sua guida più complicata. Con l’ottavo tempo della combinata delle prove libere (1’24.170), Di Giannantonio ha ottenuto l’accesso diretto alle Q2. Al terzo giro Fabio segna la sua miglior qualifica in 1’23.781 prendendosi la quarta posizione e la seconda fila della griglia di partenza.

Una giornata amara per Navarro che dopo la caduta in Fp3 ha dovuto affrontare la Q1. Passa il turno accedendo alla Q2 con il miglior tempo della prova e segnando il record della pista con un incredibile 1’23.426, tempo che nessun pilota è poi riuscito a battere. Purtroppo durante la qualifica Jorge è caduto alla fine del suo miglior giro vedendosi sfumare la testa della classifica. Domani partirà dalla quarta fila in undicesima posizione.

FABIO DI GIANNANTONIO#21 – 4° in 1’23.781
“Molto bene oggi. I problemi alla moto sono sempre gli stessi però stiamo capendo come gestirli migliorando ad ogni sessione. In mattinata abbiamo fatto uno step avanti abbassando il crono di quasi quattro decimi e migliorando il passo gara. In qualifica abbiamo fatto un ottimo giro veloce e per la terza volta consecutiva siamo in seconda fila. Domani dobbiamo fare una bella gara lottando sin dai primi giri dando il massimo come sempre!”
JORGE NAVARRO#9 – 11° in 1’23.944
“Peccato per oggi! Ho segnato il record della pista durante la Q1 guadagnando quindi l’accesso alle Q2. Al mio giro veloce in Q2 sono caduto permettendo ai piloti dietro di me di segnare i loro tempi migliori. Son riuscito a tornare al box e dopo un rapido cambio gomme sono rientrato in pista per gli ultimi minuti della prova ma è stato impossibile trovare la stabilità e la velocità di prima. Dobbiamo guardare avanti, non partiamo dalla posizione che meritavamo ma con il ritmo che abbiamo domani possiamo fare una buona gara.”

 

DI GIANNANTONIO DODICESIMO E NAVARRO QUATTORDICESIMO NELLA PRIMA GIORNATA DI PROVE LIBERE DEL GRAN PREMIO DI GERMANIA

Inizio positivo del Gran Premio di Germania per i piloti del team MB Conveyors Speed Up. Dopo le prime due sessioni di prove libere in programma oggi al Sachsenring Fabio Di Giannantonio e Jorge Navarro hanno ottenuto il dodicesimo ed il quattordicesimo tempo della classifica combinata.

Fabio e Jorge hanno entrambi raggiunto progressi significativi nella preparazione delle loro Speed Up concentrandosi sull’assetto delle loro moto e sul passo gara. Ancora qualche modifica da apportare in vista qualifiche per Navarro e Di Giannantonio che dimostrano sin dai primi giri in pista d’aver un buon feeling con le loro Speed Up in questo tracciato molto tecnico caratterizzato da molteplici saliscendi e curve strette.

FABIO DI GIANNANTONIO#21 – 12° in 1’24.556
“Sono contento perché abbiamo iniziato molto bene e non mi aspettavo questo inizio dopo la prestazione opaca dell’Olanda. Ho un buon feeling con la moto, la pista mi piace molto e girare con la Moto2 è decisamente più eccitante. Abbiamo ancora qualche punto da migliorare, specialmente i movimenti sull’anteriore però nel complesso siamo abbastanza soddisfatti di questo primo giorno”.
JORGE NAVARRO#9 – 14° in 1’24.655
“Un primo giorno abbastanza positivo sin dalla prima prova del mattino. In Fp2 abbiamo iniziato con più calma provando diverse soluzioni al setting. Dobbiamo ancora capire dove abbiamo migliorato o peggiorato ma sicuramente appena analizzeremo i dati raccolti capiremo qualcosa di più. Ad ogni modo, sappiamo che il ritmo con la gomma usata era buono. Da migliorare sicuramente il feeling e la guida per prepararci al meglio alla gara di domenica”.

CIV MOTO3 – ROUND3 IMOLA 28-29-30 giugno

WEEKEND COMPLICATO PER COLLIN VEIJER ALL’AUTODROMO ENZO E DINO FERRARI DI IMOLA

Si è concluso un weekend complicato per Collin Veijer ed il team Speed Up Junior presso l’Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola.

Il pilota olandese, tra i più giovani della categoria, si qualifica nono al terzo round del CIV Moto3 pronto ad affrontare le due gare del weekend.

Poteva essere un fine settimana da incorniciare per Collin ed il suo team, ma un contatto con un altro pilota durante l’ultimo giro di Gara1 ha reso poi tutto più difficile. Collin termina la gara in prima posizione ma la direzione gara gli impone 5 secondi di penalità per quell’errore all’ultima chicane finendo la gara quinto. Purtroppo la direzione gara infligge a Veijer una seconda penalità costringendolo in Gara2 a partire dall’ultima posizione in griglia. Ancora una volta il giovane Collin dimostra tutta la sua determinazione ed il suo talento in pista recuperando ben diciotto posizioni tagliando quindi il traguardo al settimo posto.

Collin Veijer#95: “Che posso dire, sono davvero dispiaciuto per quanto accaduto durante questo weekend, non meritavo tale punizione. Guardando il lato positivo, la penalità mi ha reso più forte, mi ha motivato ancora di più per la seconda gara. Non è stato facile sorpassare tutti quei piloti, ma ce l’ho fatta. Avrei potuto raggiungere la quarta posizione all’ultimo giro, ma sarebbe stato troppo rischioso e non meritavamo di finire con 0 punti, specialmente dopo che il team mi aveva dato una moto perfetta. Voglio ringraziare tutti coloro che rendono possibile tutto ciò, a Misano torneremo ancora più forti!”

Assen – TT ASSEN

  • assen_circLunghezza: 4542 mt.
  • Larghezza: 14 mt.
  • Lunghezza rettilineo: 487 mt.
  • Curve a sinistra: 6
  • Curve a destra: 12

___________________________

Dalla sua inaugurazione, nel 1949 Assen ha ospitato ogni anno un Gran Premio, dapprima su strade pubbliche, poi nella pista, conosciuta anche come Dutch TT, dal 1954. La pista è adagiata accanto a verdi colline che ospitano tribune, con 64.500 posti a sedere. Nel 2002 sono ultimati i lavori di modernizzazione iniziati nel 1999.

Nel 1999 il circuito è stato modificato con l’aggiunta di un nuovo Grandstand, una nuova torre di controllo, box rinnovati e un nuovo centro per la stampa. La pista è stata poi modificata nell’inverno 2005/06 portando uno dei tracciati più lunghi del mondiale da quasi 6 km a 4.555km.

GP OLANDA

BETA TOOLS SPEED UP

DI GIANNANTONIO AD UN PASSO DALLA TOP TEN NEL GRAN PREMIO D’OLANDA. NAVARRO CADE ALL’UNDICESIMO GIRO.

Gara difficile alla Cattedrale della Velocità per i piloti del Beta Tools Speed Up team. Di Giannantonio taglia il traguardo undicesimo dopo 24 giri guidati al limite. Un weekend comunque positivo per il numero 21 del team con alcuni problemi risolti e fiducia acquisita nella guida della Speed Up. In gara Fabio ha fatto del suo meglio finendo ancora una volta a punti sebbene dei problemi di vibrazione all’anteriore della moto lo abbiano messo a dura prova.

Purtroppo Jorge Navarro non è riuscito a finire la gara al leggendario TT Circuit Assen. Alla fine dell’undicesimo giro lo spagnolo è scivolato all’ultima chicane finendo anticipatamente il suo TT Assen. Un weekend complicato ma dal quale apprendere per ritornare più forti di prima.

La Moto2 non si ferma e si sposta in Germania per il nono appuntamento del Campionato Mondiale, 5-6-7 luglio al Sachsenring.

FABIO DI GIANNANTONIO#21 – 11°
“Un risultato che non ci aspettavamo dopo un weekend tosto in cui avevamo il passo per stare davanti. In gara però abbiamo avuto dei problemi che ci hanno rallentato e impedito di guidare come sappiamo. La vibrazione all’anteriore ha complicato di molto la mia guida, soprattutto in frenata. Più passavano i giri, più la benzina calava e più aumentava la difficoltà nella guida. L’undicesimo posto oggi non è neanche meritato perché con il passo che avevamo potevamo fare peggio. C capiremo cos’è successo in gara e lavoreremo come sempre per migliorare. Ci si vede al Sachsenring!”
JORGE NAVARRO#9 – Non classificato
“Non è stato il weekend più facile per noi. A livello personale ho commesso troppi errori in questo gran premio, e niente, chiedo scusa al team, imparo dai miei errori e penso già alla Germania. Dobbiamo concentrarci sulle note positive di questo fine settimana e continuare a lavorare sodo come già stiamo facendo senza distrazioni. Mi dispiace perché ho perso troppe posizioni all’inizio della gara e poi quando ho trovato il mio ritmo ho forzato troppo guidando al limite. Ho poi commesso quell’errore all’ultima chicane che mi è costato la gara e i punti per la classifica. Non ci resta che imparare dagli errori commessi e ripartire più forti di prima!”

 

SECONDA E TERZA FILA PER IL BETA TOOLS SPEED UP TEAM NEL DUTCH TT DI ASSEN

Il Beta Tools Speed Up team chiude le qualifiche del Dutch TT con il sesto e settimo posto aggiudicandosi la seconda e terza fila della griglia di partenza del tracciato olandese.

Di Giannantonio assieme al suo staff risolve le incertezze del venerdì durante l’ultima sessione di prove libere del mattino e conquista l’accesso diretto alle Q2. Nei quindici minuti disponibili, Fabio migliora ulteriormente il suo tempo e con il crono di 1’36.979 sigilla la seconda fila della griglia.

Una giornata difficile ma con esito positivo quella di Jorge Navarro che a causa di una caduta ad inizio Fp3 non riesce a rientrare in pista per i notevoli danni alla moto. Fuori dai primi 14, Jorge affronta le Q1 e con determinazione guadagna l’accesso alle Q2. Il traffico in pista e qualche vibrazione in più impediscono a Jorge di trovare un buon giro veloce ma lo spagnolo si sente pronto a lottare già dalla partenza in terza fila nella gara di domani.

FABIO DI GIANNANTONIO#21 – 6° in 1’36.979
“Oggi davvero bene, molto meglio di ieri. Stamattina siamo partiti molto più forte di ieri anche con le gomme usate. Non abbiamo invece sfruttato le gomme nuove come avremmo dovuto, ci son stati dei miglioramenti ma potevamo fare di più. Nel pomeriggio abbiamo fatto un gran step in avanti. Siamo scesi sotto il minuto e 37 prendendoci la seconda fila. Domani sarà una gara tosta perché siamo in parecchi ad avere un buon passo, ma possiamo lottare con i primi!”
JORGE NAVARRO#9 – 7° in 1’37.076
“Non è stata una giornata semplice. Questa mattina sono caduto dopo pochi giri dall’inizio delle Fp3 ed il feeling con la moto non era buono. Con la squadra abbiamo deciso alcune modifiche da apportare al setting prima delle Q1 grazie alle quali siamo riusciti a migliorare alcuni punti, ma non le vibrazioni. In Q2 non sono riuscito a trovare il giro veloce, ma son contento perché alla fine siamo riusciti a prenderci la settima posizione in una situazione complicata. Credo domani lotteremo come sempre con il gruppo di testa!”

 

PRIMA GIORNATA DI PROVE LIBERE DEL TT ASSEN ALLA CATTEDRALE DELLA VELOCITÀ

Si è conclusa nel pomeriggio la prima giornata di prove libere del Gran Premio d’Olanda, in programma questo weekend allo storico TT Assen circuit.

Dopo le prime due sessioni di prove libere sul tracciato olandese, Jorge Navarro ottiene il quinto tempo della giornata in 1’37.687 a soli +0.289 decimi. Il numero 9 del Beta Tools Speed Up team aveva chiuso i 40 minuti di Fp1 in settima posizione migliorando poi il suo tempo giro nella prova del pomeriggio dimostrandosi ancora una volta competitivo in sella alla sua Speed Up.

Il suo compagno di squadra Fabio Di Giannantonio ha iniziato il venerdì al TT Assen circuit con il nono tempo della classifica durante la prima di libere in 1’38.337. Il buon feeling avuto ad inizio giornata è stato interrotto da delle vibrazioni all’anteriore che hanno impedito a pilota e team di continuare l’ottimo lavoro svolto nelle Fp1 chiudendo la prima giornata al diciottesimo posto.

JORGE NAVARRO#9 – 5° in 1’37.687
“Positivo come primo giorno, questa mattina siamo partiti subito con un buon feeling con la moto. In Fp2 abbiamo fatto alcune prove per capire la direzione da prendere nelle prove di domani. Abbiamo capito la strada da prendere per continuare l’ottimo lavoro svolto finora. Questa sera ci concentreremo su alcuni dettagli per concludere al meglio le prove libere con la Fp3 di domani mattina ed essere competitivi in qualifica. Fondamentale il passo gara che proveremo domani e ce la metteremo tutta per entrare nelle Q2 e lottare per le prime posizioni della griglia”.
FABIO DI GIANNANTONIO#21 – 18° in 1’38.106
“Questa mattina abbiamo iniziato bene, non mi aspettavo d’essere così veloce al primo turno. Nel pomeriggio invece qualcosa è cambiato, delle forti vibrazioni all’anteriore hanno reso difficile la guida della Speed Up e ancora non siamo riusciti a capire come risolvere questo problema. Ora non ci resta che studiare i dati raccolti nelle due prove e trovare una soluzione per domani. Sento che c’è un largo margine di miglioramento e che possiamo essere ancora più competitivi. Domani faremo il possibile per entrare in Q2”.

Montmelò – Barcelona – GRAN PREMI DE CATALUNYA

  • catalunia_circLunghezza: 4727 mt.
  • Larghezza: 12 mt.
  • Lunghezza rettilineo: 1047 mt.
  • Curve a sinistra: 5
  • Curve a destra: 8

_____________________________

Fu nel 1998, grazie agli sforzi della Generalitat catalana, del Comune di Montmeló e la Real Automóvil Club de Catalunya (RACC), che si iniziò a costruire un circuito che fosse all’altezza di una delle più attrattive capitali europee. Situato a 20 chilometri a nord di Barcelona, fu inaugurato nel settembre del 1991 e, in quello stesso mese, accolse la sua prima prova internazionale, il Gran Premio di Spagna della Formula 1. Divenne subito lo scenario del Gran Premio d’Europa di Motociclismo prima di diventare l’anfitrione, dal 1995, del Gran Premio di Catalunya. Considerato uno dei tracciati migliori disegnati dell’ultima generazione, il Circuito di Catalunya ha ricevuto nel 2001 il prestigioso trofeo al Miglior Gran Premio che concede annualmente IRTA. Può accogliere fino a 104.000 spettatori.

GP CATALUNYA

HDR HEIDRUN SPEED UP

NAVARRO VOLA SUL TERZO GRADINO DEL PODIO DEL GRAN PREMIO CATALANO

Si è concluso un weekend quasi perfetto al circuito de Catalunya-Barcelona per il team HDR Heidrun Speed Up.

Quarto in griglia, Jorge perde tre posizioni in partenza e fino al quarto giro è settimo. Fa di tutto per non perdere il gruppo di testa e con qualche sorpasso dopo dieci giri è quinto dietro a Fernandez. La determinazione di Navarro e un buon passo nelle fasi finali sono stati la chiave per conquistare un meritatissimo terzo posto, che lo porta a riprendersi la terza posizione della classifica generale.

Podio sfumato per il rookie del team che ancora una volta stupisce tutti. Ottima la partenza di Fabio Di Giannantonio che da quinto in griglia guadagna subito una posizione e alla fine del primo giro è quarto alle spalle di Lowes. Il romano avanza ancora di una posizione, il passo è buono e al giro 10 è terzo dietro Marquez e Luthi. Purtroppo alla decima curva dell’undicesimo giro Fabio scivola e termina così la lotta al suo primo podio in Moto2.

JORGE NAVARRO#9 – 3°  
“Abbiamo fatto un weekend davvero completo, sono molto contento. Avevamo lasciato il Mugello con dei problemi di feeling invece qui ho trovato la sicurezza sin dal primo giorno. La gara è stata definita da piccoli dettagli ma ora sappiamo le cose che dobbiamo migliorare, soprattutto l’inizio di gara quando abbiamo il serbatoio pieno e quando siamo in velocità massima per riuscire a passare più facilmente gli avversari perché ad oggi siamo un po’ limitati. Voglio ringraziare la squadra, la mia famiglia e tutte le persone che sono venute in questo weekend incredibile. E ora ci aspetta l’Olanda!”
FABIO DI GIANNANTONIO#21 – non classificato
“Dopo la bella partenza abbiamo fatto bene anche il primo giro, mi sono toccato con Marquez e Bastianini alla prima curva ma son non ho perso posizioni. Poi ho iniziato con i sorpassi, prima Lowes, poi Fernandez e mi sono ritrovato alle spalle di Luthi e Marquez e mi sentivo bene sopra la Speed Up, sentivo che potevo finire bene la gara. Purtroppo all’undicesimo giro ho sbagliato di poco l’inclinazione della curva e son scivolato. Lasciamo questo weeekend con l’amaro in bocca per la caduta ma contenti dei passi che stiamo facendo. Abbiamo dimostrato che possiamo stare tra i primi. Grazie al team per l’ottimo lavoro che stiamo facendo insieme!”

 

SECONDA FILA PER I PILOTI HDR HEIDRUN SPEED UP NEL GRAN PREMI DE CATALUNYA

Una qualifica infuocata al circuito di Catalunya ha portato entrambi i piloti del team HDR Heidrun Speed Up ad assicurarsi la seconda fila della griglia di partenza del Gran Premi de Catalunya. Jorge Navarro e Fabio Di Giannantonio hanno dimostrato un gran lavoro di squadra che ha permesso ad entrambi d’essere davvero competitivi e veloci in pista.

Jorge ha chiuso le tre sessioni di libere in testa alla classifica in 1’44.241, tempo segnato a metà della terza sessione. Alle sue spalle Fabio che conferma i progressi raggiunti in sella alla Speed Up con il secondo crono.

Dopo aver guadagnato l’accesso diretto alle Q2, Navarro e Di Giannantonio lasciano la pit-lane insieme allo start dei 15 minuti disponibili per la lotta alle prime posizioni della griglia. I due piloti HDR Heidrun Speed Up, dopo otto entusiasmanti giri insieme, chiudono il sabato catalano in quarta e quinta posizione aggiudicandosi la seconda fila della griglia.

JORGE NAVARRO#9 – 4° in 1’44.211
“Stiamo facendo un buon weekend. Questa mattina abbiamo avuto un ritmo davvero molto buono durante le Fp3. Dopo la prova abbiamo fatto delle piccole modifiche alla moto prima della qualifica che ci hanno dato una spinta in più. La sessione è andata molto bene, abbiamo fatto un buon lavoro di squadra con il mio compagno di box e alla fine non è andata male, anche se ci aspettavamo qualcosa di più. Ad ogni modo siamo lì, a +0.041 dalla pole, e dobbiamo può essere un gran bel giorno se continuiamo a dare il massimo come già stiamo facendo!”
FABIO DI GIANNANTONIO#21 – 5° in 1’44.259
“Questa mattina è andata benissimo, abbiamo fatto un grande step da ieri. Le piccole modifiche che abbiamo apportato alla moto finora sono state indispensabili, ci hanno dato quel qualcosa in più che ieri non avevamo. In Fp3 siamo andati davvero forte, secondi alle spalle di Jorge che come noi ha svolto un ottimo lavoro con il suo staff. È stato un bel turno per il team. La qualifica del pomeriggio è stata la migliore del mio mondiale, siamo soltanto a +0.089 dal primo. Sinceramente ci credevo, ho fatto un errorino nel mio giro più veloce che probabilmente mi è costato qualche posizione, però sono davvero contento. Domani dobbiamo partire forte, dare gas e stare con i primi fino alla fine!”

NAVARRO TERZO E DI GIANNANTONIO DODICESIMO NELLE PROVE LIBERE DEL VENERDÌ CATALANO

Si è aperto con le due sessioni di prove libere del venerdì il weekend della Moto2 sul circuito catalano di Barcellona, settimo appuntamento del Campionato Mondiale.

Al termine della prima giornata Jorge Navarro e Fabio Di Giannantonio si sono classificati rispettivamente in terza e dodicesima posizione.

Lo spagnolo dimostra di poter essere competitivo già dai primi giri della fp1. Dopo un ottimo giro con il quale si posiziona terzo in classifica, Jorge decide insieme al suo staff di sfruttare la seconda sessione per provare qualche modifica al setting della moto oltre allo pneumatico più duro. Purtroppo una caduta al decimo giro chiude anticipatamente il venerdì di Navarro, ma la sua terza posizione resta invariata.

Dopo l’incredibile rimonta nella gara del Gp d’Italia, Fabio torna in pista determinatissimo. Termina la prima sessione al sedicesimo posto con un gap di otto decimi che riesce poi a diminuire con l’ottavo tempo delle Fp2 a +0.478 dal primo sebbene il traffico in pista. Il pilota del team HDR Heidrun Speed Up chiude la sua prima giornata catalana con il dodicesimo tempo della classifica combinata.

JORGE NAVARRO#9 – 3° in 1’44.740
“Positivo questo primo giorno. Questa mattina le condizioni della pista erano diverse dall’ultimo test fatto in questo circuito e quindi abbiamo cercato di capire come affrontare le prove. Siamo riusciti a fare dei buoni giri a ritmo sostenuto finendo la prima prova in terza posizione. Nel pomeriggio le condizioni son cambiate per l’aumento della temperatura ma il feeling con la moto non è cambiato ed il passo era buono. Abbiamo poi deciso di cambiare lo pneumatico anteriore con uno più duro per provare più soluzioni in previsione gara. Appena entrato in pista ho capito che il feeling non era lo stesso. Domani continueremo con la gomma morbida che è la scelta più adatta!”
FABIO DI GIANNANTONIO#21 – 12° in 1’45.151
“Stamattina abbastanza bene, ma mi aspettavo qualcosa di più. Le condizioni non erano il massimo, la pista era abbastanza scivolosa, ma nel pomeriggio siamo riusciti a trovare la strada giusta ed essere veloci. Peccato per il traffico in pista verso la fine della prova che non c’ha permesso di fare più giri veloci ma tutto sommato sono molto contento. Ora piedi per terra perché dobbiamo ancora migliorare e domani sarà fondamentale riuscire a fare un giro pulito senza traffico e cercare di dare il massimo in qualifica!”

Mugello – GRAN PREMIO D’ITALIA

  • mugello_circLunghezza: 5245 mt.
  • Larghezza: 14 mt.
  • Lunghezza rettilineo: 1141 mt.
  • Curve a sinistra: 6
  • Curve a destra: 9

__________________________

Ubicato in un’ampia vallata della splendida campagna toscana, circa 30 km a nordest di Firenze, quello del Mugello è un circuito moderno, dotato di infrastrutture di grande prestigio. Di proprietà della Ferrari dal 1988, il tracciato, lungo 5.245m, è stato completamente rinnovato per rispondere alle esigenze della competizione. Famoso per le difficoltà che presenta la sua pista, per la sua sicurezza e per la bellezza delle zone circostanti, il Mugello è un circuito amato da tutti e, allo stesso tempo, uno dei più esigenti per piloti e tecnici.

La sua pista combina virate lente e curve veloci, salite e discese, di quelle che piacciono sia ai piloti che agli spettatori. Questo circuito ospitò il suo primo Gran Premio nel 1976 e, dopo la completa ristrutturazione, dal 1991 è uno degli appuntamenti immancabili nel calendario del mondiale.

GP ITALIA

MB CONVEYORS SPEED UP

NAVARRO SETTIMO E DI GIANNANTONIO DECIMO DOPO UNA RIMONTA STREPITOSA

All’Autodromo Internazionale del Mugello si è appena concluso il sesto appuntamento del Campionato Mondiale Moto2. Il team MB Conveyors Speed Up saluta il Mugello dopo una gara ricca di emozioni in cui Navarro e Di Giannantonio hanno lottato con tutte le loro forze. Impressionante l’impresa di Fabio che si classifica al decimo posto recuperando ventuno posizioni. Il pilota MB Conveyors Speed Up ha dimostrato ancora una volta determinazione e competitività con una prova sopra le righe.

Gara difficile ma ben gestita da Jorge Navarro che con la settima posizione guadagna nove punti fondamentali e si posiziona al quarto posto della classifica generale.

JORGE NAVARRO#9 – 7°
“È stata una gara molto complicata, la più difficile finora per me. Son partito abbastanza bene e per i primi giri son riuscito a stare con il gruppo di testa. Poi piano piano mi son reso conto che il feeling stava cambiando, soffrivo soprattutto al quarto settore, nell’ultima curva e nel rettilineo quando acceleravo non avevo lo stesso passo degli altri. Poi a causa di un errore ho perso la posizione in cui ero, ho tentato di recuperare ma le gomme verso fine gara avevano oramai perso aderenza. Mi dispiace perché speravo in un risultato migliore ma dobbiamo restare positivi, oggi abbiamo dato il massimo imparando molto e portando a casa punti. In Catalunya continueremo a lavorare in questo modo!”
FABIO DI GIANNANTONIO#21 – 10°
“Contentissimo per questo Gran Premio di casa! Siamo stati sfortunati in partenza altrimenti avremmo potuto fare molto meglio. Ad ogni modo abbiamo finalmente fatto una gara come si deve, con un gran passo recuperando ben 21 posizioni. Una delle gare più toste della mia vita. Siamo stati bravi, sono davvero contento e voglio ringraziare la squadra per il lavoro che stiamo svolgendo, dobbiamo continuare così!”

SECONDA E QUINTA FILA PER IL TEAM MB CONVEYORS SPEED UP NELLE QUALIFICHE ITALIANE

All’Autodromo Internazionale del Mugello il team MB Conveyors Speed Up termina le qualifiche del Gran Premio d’Italia con il quinto tempo di Jorge Navarro ed il quattordicesimo di Fabio Di Giannantonio.

Nella terza sessione di libere del mattino entrambi i piloti migliorano i setting delle loro Speed Up SF19T

posizionandosi in sesta (Navarro in 1’51.856) e decima (Di Giannantonio in 1’52.151) posizione ottenendo l’accesso diretto alle Q2.

Ottimo il lavoro di entrambe le squadre che con i dati raccolti in Fp3 si preparano ad affrontare la qualifica sotto il sole cocente del Mugello.

Navarro, dopo pochi giri in pista, rientra per il cambio gomme a cinque minuti dalla fine della prova e con determinazione trova il giro veloce e conquista la seconda fila della griglia di partenza.

Il numero 21 del team sfrutta le FP3 per testare il passo gara ed oltre ad abbassare il crono, dimostra di poter esser competitivo in qualifica. Durante il suo giro più veloce della sessione, Fabio viene fermato dal traffico in pista e termina la sessione aggiudicandosi la quinta fila fiducioso per la gara di domani.

JORGE NAVARRO#9 – 5° in 1’51.470
“Oggi è stato un giorno positivo. Questa mattina abbiamo fatto una buona sessione di libere e con il tempo finale siamo riusciti a classificarci direttamente per le Q2. Inizialmente in qualifica non riuscivamo a trovare il giro veloce, poi mi son fermato e abbiamo cambiato le gomme. Il feeling è migliorato ma il tempo rimasto non era molto ma siamo comunque riusciti a prenderci il quinto posto e la seconda fila. Credo sia una buona posizione per la gara, abbiamo ancora dei dettagli da vedere, ma per domani sistemeremo tutto!”
FABIO DI GIANNANTONIO#21 – 14° in 1’51.920
“Non sono contento delle qualifiche di oggi. Dopo i miglioramenti di questa mattina mi aspettavo di fare molto meglio in qualifica e invece non sono riuscito a trovare il giro veloce durante i quindici minuti in pista. Ho trovato troppo traffico durante tutta la sessione. Partiremo indietro, ma determinati a rimontare sin dai primi giri. Grinta, testa e cuore sono le parole chiave per la gara di domani!”

 

 

NAVARRO SESTO E DI GIANNANTONIO DECIMO NELLA PRIMA GIORNATA DEL GRAN PREMIO D’ITALIA

I piloti del team MB Conveyors Speed Up, Jorge Navarro e Fabio Di Giannantonio, hanno dato il via al Gran Premio d’Italia classificandosi rispettivamente al sesto e decimo posto della classifica combinata delle prime sessioni di libere.

Gran prova per entrambe le due squadre del team che dimostrano la loro competitività sin dai primi giri in pista. Di Giannantonio segna il terzo tempo delle Fp1 iniziando il venerdì toscano nel migliore dei modi. Migliora il suo tempo nelle prove libere del pomeriggio e sfrutta la sessione lavorando sul set up della sua Speed Up concludendo al decimo posto a 0.631 dal primo.

Il numero nove del team ha iniziato la mattinata con il sesto tempo dopo una lunga permanenza nelle prime posizioni. Navarro nella seconda sessione, dopo aver valutato insieme al suo staff delle modifiche da apportare, si è allenato sul ritmo di gara ottenendo ottimi risultati. Termina la prima giornata del Gran Premio d’Italia al sesto posto in 1’52.541.

JORGE NAVARRO#9 – 6° in 1’52.541
“Un primo giorno positivo! Abbiamo provato diverse modifiche per capire quale strada seguire e siamo riusciti a capire un bel po’ di cose che ci serviranno nei prossimi giorni. Il ritmo era molto buono, forse ci è mancato un giro ancora più veloce, ma abbiamo tempo per migliorare domani. Sfrutteremo l’ultima sessioni di libere di domani mattina e sicuramente cercheremo di fare delle buone qualifiche per partire davanti. Siamo competitivi e fiduciosi per la gara di domenica!”
FABIO DI GIANNANTONIO#21 – 21° in 1’52.617
“Stamattina siamo partiti molto bene, il feeling era ottimo e siamo riusciti a girare subito forte. Nel pomeriggio abbiamo provato la gomma davanti più dura e anche se non mi ha dato ottime sensazioni siamo comunque riusciti a fare molto bene. È un gran premio che mi piace molto, la gara di casa è sempre più emozionante delle altre soprattutto per la gente e perché il circuito mi piace moltissimo. Ora pensiamo solo a migliorare e a fare delle buone qualifiche!”

Le Mans – GRAND PRIX DE FRANCE

  • lemans_circLunghezza: 4185 mt.
  • Larghezza: 13 mt.
  • Lunghezza rettilineo: 674 mt.
  • Curve a sinistra: 5
  • Curve a destra: 9

Il circuito Bugatti si trova 5km a sud della città di Le Mans e a 200 km al sudest di Parigi. Costruito nel 1965, attorno alla pista della 24 Ore di Le Mans, questo circuito, che evoca imprese eroiche, alla fine degli anni sessanta viene scelto per ospitare un Gran Premio del Motomondiale. Il grave incidente occorso al pilota Alberto Puig nel 1995 ha fatto sparire la prova di Le Mans dal calendario del Campionato del Mondo fino alla stagione 2000, mentre venivano effettuati lavori atti a migliorare la sicurezza del tracciato.

La pista stretta è caratterizzata da curve particolari, che obbligano il pilota a fare brusche frenate e improvvise accelerazioni. Con una capacità di oltre 100.000 spettatori, il circuito viene anche utilizzato per organizzare diverse prove di resistenza di tutti gli sport a motore, ma anche diverse prove delle serie nazionali francesi.

Copyright 2016 Speedup Factory © Via Cartiera, 21 36030 Lugo di Vicenza (VI) P.Iva 03568640241