Author Archive

Cheste – Valencia – GP DE LA COMUNITAT VALENCIANA

valencia_circ

  • Lunghezza: 4005 mt.
  • Larghezza: 12 mt.
  • Lunghezza rettilineo: 876 mt.
  • Curve a sinistra: 9
  • Curve a destra: 5

________________________

Il circuito della Comunità di Valencia, terminato nel 1999, ha accolto il suo primo Gran Premio e le prime competizioni del Campionato Spagnolo nello stesso anno. La pista contiene diverse tracciati, di lunghezze differenti che girano in senso inverso alle lancette dell’orologio. Il Gran Premio si sviluppa su una pista di 4 km che presenta cinque virate di destra, otto di sinistra e un rettilineo di 876 metri. Sebbene il circuito sia abbastanza piccolo, l’edificio principale ospita quarantotto boxes e le lunghe tribune che circondano la pista come in uno stadio possono contenere oltre 150.000 spettatori. Il disegno del circuito crea un ambiente unico goduto sia dai piloti che dal pubblico valenciano entusiasta. Un ambiente che quest’anno darà origine senza dubbio ad un’autentica festa, dato che sarà l’ultimo Gran Premio del calendario.

GP VALENCIA

MB CONVEYORS SPEED UP

GRAN PREMIO VALENCIA: NAVARRO SCATENATO SALE SUL PODIO ANCHE A VALENCIA E CHIUDE IL CAMPIONATO AL QUARTO POSTO, DI GIANNANTONIO SI AGGIUDICA IL TITOLO DI ROOKIE OF THE YEAR.

Da Valencia, è tutto. Si è appena conclusa l’ultima tappa spagnola che segna la fine del Campionato Mondiale Moto2. Il team MB Conveyors Speed Up ha voglia di lasciare il segno e ci riesce. Incontenibile Navarro, che gioca in casa e conquista abilmente la pole position. In gara, conserva il terzo posto giro dopo giro, e quando alla fine viene superato da Manzi, proprio non ci sta e dà gas fino a riprendersi la terza posizione e il podio.

Grintoso anche Fabio Diggia. In gara balla dall’ottava alla 10 posizione, resiste e chiude nono tra gli applausi del pubblico. Per il team SpeedUp è ora di tirare le somme di una stagione molto positiva e determinata chiusa al terzo posto con 259 punti nella classifica costruttori e al quinto con 334 punti nella classifica team.

Jorge Navarro chiude il campionato 2019 quarto in classifica con 226 punti, con 8 podi, 4 secondi posti (Gp Spagna; Gp Francia; Gp Gran Bretagna; Gp Aragon) 4 terzi posti (Gp Americhe; Gp Catalunya; Gp Austria; Gp Valencia) e 4 pole position (Gp Spagna; Gp Francia; Gp Australia; Gp Valencia).

Fabio Di Giannantonio invece, chiude l’anno del suo debutto nono in classifica con 108 punti, con 2 podi al secondo posto (Gp Repubblica Ceca; Gp San Marino e della Riviera di Rimini) e 1 pole position (Gp San Marino e della Riviera di Rimini). Per lui, meritatissimo, arriva anche il premio di Rookie of the Year 2019 come migliore debuttante della stagione.

JORGE NAVARRO #9 – 3°
Una gara non facile oggi, ma siamo soddisfatti e felici di finire questo 2019 con un altro podio soprattutto qui nella mia terra. Questa mattina nel warm up avevamo messo a punto quei dettagli che ci mancavano ieri ed il feeling era ottimo, mi sentivo bene sopra la moto e già nella mia testa sapevo che avremo potuto lottare per la vittoria. In gara però le condizioni sono cambiate, c’era vento e ho sofferto dei problemi all’anteriore in curva quando giravo, il feeling era cambiato e non ho potuto spingere di più. Ad ogni modo contento e voglio ringraziare il team per la fiducia riposta in me in questa stagione e per il gran lavoro che abbiamo fatto insieme, dalle pole position ai podi tutti. È stato un anno incredibile e spero che il prossimo possa essere ancora migliore!”.
FABIO DI GIANNANTONIO #21 – 9° ROOKIE OF THE YEAR
“Bella giornata, siamo Rookie dell’anno! Oggi in gara non ho spinto più di tanto perché sapevo mi sarebbe bastato controllare le posizioni di Bastianini e Martin per essere Rookie e quindi è stata una gara in gestione finita, comunque sia, in Top10 con una buona prestazione. Contentissimo! Un grazie a tutti i ragazzi del team, a tutta la mia squadra e agli sponsor per questo primo step fatto insieme quest’anno. Daje!”.

GRAN PREMIO DE LA COMUNITAT VALENCIANA: ANCORA POLE PER NAVARRO, DIGGIA IN SECONDA FILA

Al Gran Premio de la Comunitat Valenciana, al suo centesimo GP al mondiale Jorge Navarro si prende la vetta della qualifica e segna la quarta pole position stagionale con la sua Speed Up in 1’34.461. Di Giannantonio partirà dalla seconda fila con il sesto tempo in 1’34.704.

Il valenciano termina le FP3 del mattino con l’ottavo crono a +0.523 dal primo, il passo è buono e Jorge confida nel lavoro dei suoi tecnici in vista qualifiche. Nei quindici minuti a disposizione Jorge mette tutta la sua determinazione trovando all’ottavo giro il tempo che gli vale la pole position nel Gran Premio di casa.

Incredibile il secondo posto nella classifica combinata delle prove libere di Fabio che con il tempo di 1’34.677 dimostra buon ritmo e velocità. Il rookie inizia le qualifiche dando subito il massimo, ma un errore al quarto giro termina in anticipo la sua prova e con il crono segnato al terzo giro si prende la seconda fila della griglia di partenza della gara di domani.

JORGE NAVARRO #9 – 1° in 1’34.461
“Super contento di aver fatto la pole qui in casa. Stiamo lavorando molto bene durante questo weekend ma ci mancava quel qualcosa che siamo riusciti a trovare prima delle qualifiche. Mi ci son voluti un po’ di giri per trovarmi bene con le modifiche apportate prima di entrare in pista, ma una volta trovato il giusto ritmo sono riuscito a staccare un ottimo tempo. Ora con il team analizzeremo bene i dati per capire se possiamo ancora migliorare, ma con il passo che abbiamo domani possiamo lottare per la vittoria”.
FABIO DI GIANNANTONIO #21 – 6° in 1’34.704
“Sono contento di oggi, perché alla fine questa mattina abbiamo fatto un altro grande step in avanti. Peccato oggi pomeriggio perché ero partito veramente molto forte e pensavo di poter abbassare di molto il tempo. Ho fatto un piccolo errore e l’abbiamo pagato, mi spiace. Comunque positivi e consapevoli di poter fare bene domani. Abbiamo ancora il warm up per mettere a punto le ultime cose e poi dopo ce la giochiamo”.

 

GRAN PREMIO DE LA COMUNITAT VALENCIANA: DIGGIA TERZO E NAVARRO SETTIMO NEL VENERDÌ VALENCIANO

L’ultimo appuntamento del Campionato Mondiale Moto2 ha preso il via oggi al circuito Ricardo Tormo di Cheste, Valencia.

Una prima giornata molto positiva per il team MB Conveyors che chiude il venerdì valenciano con il terzo tempo di Fabio Di Giannantonio ed il settimo di Jorge Navarro a +0.671 e +0.774 dal primo della classifica.

Entrambi i piloti hanno dimostrato sin dal primo turno del mattino d’essere competitivi anche su questo circuito. Di Giannantonio infatti ha chiuso le FP1 con il quinto crono in 1’35.917 a soli +0.218 dalla testa della classifica e con l’ottavo tempo ha concluso invece Navarro a +0.415 in 1’36.114.

Nella seconda sessione si è invece operato in configurazione gara con i classici long run e le prove delle diverse mescole riscontrando buoni risultati in entrambe le squadre MB Conveyors Speed Up.

FABIO DI GIANNANTONIO #21 – 3° in 1’35.293
“È sicuramente un’ottima giornata questa dopo gli ultimi weekend che non sono stati troppo positivi. Sono stato veloce sin dalla mattina e con la moto mi son trovato subito molto bene. Abbiamo ancora vari punti da migliorare, soprattutto sul grip che ci manca al posteriore, però tutto sommato abbiamo fatto un gran lavoro oggi quindi vediamo come va domani, possiamo fare un altro step avanti l’importante è rimanere concentrati e cercare di avvicinarci di più a Binder che sembra avere un ottimo feeling”.
JORGE NAVARRO #9 – 7° in 1’35.396
“Molto positivo questo primo giorno. Mi son trovato bene con la moto già dal primo turno di libere e poi nel pomeriggio abbiamo apportato alcune modifiche con le quali siamo riusciti a migliorare il feeling. Nel secondo turno ci siamo inoltre concentrati sul ritmo lavorando in previsione gara ottenendo ottimi riscontri anche con gomma usata. Domani ci concentreremo su alcuni piccoli dettagli da migliorare prima delle qualifiche, siamo pronti a dare il meglio”.

Sepang – MALAYSIAN MOTORCYCLE GP

  • sepang_circ
  • Lunghezza: 5548 mt.
  • Larghezza: 16 mt.
  • Lunghezza rettilineo: 920 mt.
  • Curve a sinistra: 5
  • Curve a destra: 10

______________________

Concepito per la velocità e lo spettacolo, il circuito internazionale di Sepang è uno dei migliori del mondo. Fu costruito nel cuore di un immenso complesso che comprende un hotel, un campo da golf, negozi e altri impianti sportivi. Costò oltre 50 milioni di sterline. Il complesso fu terminato in meno di quattordici mesi e i suoi impianti rispondono ai criteri più esigenti. Ospitò il suo primo Gran Premio del calendario del mondiale nell’Aprile 1999.

Con quattro curve lente seguite da vari rettilinei e una decina di curve abbastanza rapide, il circuito di Sepang favorisce i sorpassi e le elevate velocità. La competizione in questo tracciato, uno dei più lunghi del MotoGP, si sviluppa sotto un caldo intenso con alti indici di umidità. Sepang si trova a circa 50 km a sud di Kuala Lumpur.

GP MALESIA

BETA TOOLS SPEED UP

GRAN PREMIO MALESIA: NAVARRO RIMONTA E ARRIVA QUINTO, DI GIANNANTONIO SCIVOLA AL SECONDO GIRO

Si è conclusa l’ultima tappa oltreoceano del Campionato Mondiale Moto2 al Circuito Internazionale di Sepang. Il Beta Tools Speed Up team lascia la Malesia con il quinto posto di Jorge Navarro, autore di un’incredibile rimonta e la caduta al secondo giro di Fabio Di Giannantonio.

Alla partenza sia Fabio che Jorge non sbagliano, il rookie a fine primo giro è settimo con ben quattro posizioni recuperate, mentre lo spagnolo mantiene la quindicesima posizione pronto a lasciare il gruppone già nel giro seguente. Purtroppo un errore al secondo lap ferma la gara di Diggia. Dopo la caduta alla curva 4, Fabio rientra subito ai box pronto a tornare in gara dopo il cambio della pedana destra, ma ad un paio di giri dal rientro in pista è costretto al ritiro per dei problemi alla moto causati dalla caduta.

Navarro fatica nei primi giri ma poi trova il ritmo ed inizia il recupero. Dieci le posizioni rimontate dallo start fino a tagliare il traguardo in quinta posizione.

JORGE NAVARRO #9 – 5°
“Gara complicata perché partivamo da una posizione scomoda e nei primi giri c’è stata un po’ di confusione in cui non sono riuscito a recuperare come avrei voluto perdendo molto tempo. Poi ho iniziato a girare con un buon ritmo e velocità e da lì ho potuto iniziare la rimonta. La moto ha funzionato bene oggi, le modifiche che abbiamo apportato pure quindi son contento, solo mi spiace che la corsa al titolo termina qui con questa gara. Ad ogni modo sono soddisfatto del lavoro che stiamo facendo e che abbiamo fatto finora. Ora pensiamo a dare il massimo nella gara di casa a Valencia”.
FABIO DI GIANNANTONIO #21 – DNF
“Peccato! Mi dispiace moltissimo per la squadra perché eravamo riusciti a trovare un bel pacchetto per la gara di oggi ma ho buttato tutto con uno stupido errore al secondo giro. Potevo stare più calmo ed evitare la caduta ma è andata così e lo dobbiamo considerare come un errore di apprendimento e di crescita. Testa alta e continuiamo a lavorare, ci resta Valencia!”.

BETA TOOLS SPEED UP

GRAN PREMIO MALESIA: QUARTA E QUINTA FILA PER JORGE E DIGGIA

I piloti del Beta Tools Speed Up team prenderanno il via rispettivamente dalla quarta e quinta fila dello schieramento nel Gran Premio della Malesia in programma domani alle 6.20 CET. Fabio Di Giannantonio ha ottenuto l’undicesimo tempo in 2’05.956, mentre Navarro ha chiuso le qualifiche quindicesimo in 2’06.126.

Nell’ultima sessione di libere del mattino Fabio e Jorge abbassano il tempo del venerdì ottenendo entrambi l’accesso diretto alle Q2, Navarro con l’ottavo crono in 2’05.812 e Di Giannantonio con il quattordicesimo in 2’06.178 sebbene i pochi giri in pista a causa della caduta a metà prova.

Al rientro in pista le condizioni sono incerte ed i piloti si affrettano per trovare il giro veloce prima dell’arrivo della pioggia. Diggia trova il suo tempo a metà prova classificandosi undicesimo, mentre Jorge dopo la caduta ad inizio qualifica è costretto a rientrare ai box dove i meccanici riescono a riparare in poco tempo i danni riportati nella caduta e nei pochi minuti rimasti lo spagnolo segna il quindicesimo tempo.

FABIO DI GIANNANTONIO #21 – 11° in 2’05.956
“Non il massimo oggi, non sono proprio soddisfatto di questo secondo giorno. Sono comunque contento dei progressi raggiunti perché mi trovo molto meglio con la moto e questo è positivo in visione gara. Peccato per la scivolata di questa mattina che ci ha fatto perdere tempo in pista perché avremmo potuto sfruttare un po’ di più l’ultimo turno di libere. Qualifiche non ideali nel pomeriggio anche a causa delle condizioni della pista non facili, ma siamo stati abili nel trovare un buon giro. Sappiamo dove possiamo migliorare per prepararci alla gara”.
JORGE NAVARRO #9 – 15° in 2’06.126
“Giornata complicata! Le modifiche che abbiamo apportato questa mattina non hanno contribuito a migliorare il feeling come speravamo. Poi per le qualifiche ne abbiamo fatte altre ed appena sono entrato in pista ho dato il massimo già al primo giro perché sapevo che le condizioni potevano cambiare da un momento all’altro. Purtroppo ho commesso un errore alla curva 11 e son scivolato. Fortunatamente sono riuscito a rientrare in pista sebbene i minuti contati e sono riuscito a finire la prova con il quindicesimo tempo. Sono ottimista per domani, credo che se analizziamo bene la situazione e facciamo i giusti passi possiamo fare una buona gara”.

 

QUINTO E SETTIMO POSTO NELLE LIBERE DEL VENERDÌ MALESIANO PER IL BETA TOOLS SPEED UP TEAM

Al via oggi, sul circuito Internazionale di Sepang, il Gran Premio della Malesia, ultima tappa extra europea del Campionato Mondiale Moto2.

Jorge Navarro e Fabio Di Giannantonio chiudono la prima giornata di prove libere rispettivamente con il quinto ed il settimo tempo a +0.535 e +0.613 dal primo della classifica.

Per i due piloti del Beta Tools Speed Up team il lavoro si è concentrato sulla messa a punto delle Speed Up in entrambe le sessioni del venerdì malese. Navarro ha chiuso la prova del mattino con il quinto tempo trovando un buon feeling già dalla prima uscita in pista. Dopo qualche modifica al setting, lo spagnolo ha ottenuto progressi nel ritmo gara e nel riscontro cronometrico confermando anche in fp2 la quinta posizione. Di Giannantonio si è classificato con il ventunesimo tempo a fine sessione, posizione che ha di gran lunga migliorato nella sessione del pomeriggio con il giro decisivo in 2’06.581 chiudendo la giornata con il settimo tempo. Resta ancora del lavoro da svolgere sul ritmo gara per la squadra 21 nell’ultima prova di libere prima delle qualifiche.

JORGE NAVARRO #9 – 5° in 2’06.503
“La mia giornata è stata intensa ma positiva. Le sensazioni in pista son state buone sin dai primi giri, ma abbiamo ancora del lavoro da fare in vista delle qualifiche. Soffriamo un po’ sull’entrata in curva, ma abbiamo già delle idee che proveremo domani mattina in Fp3 sperando la pista sia asciutta come oggi così riusciremo a lavorare bene”.
FABIO DI GIANNANTONIO #21 – 7° in 2’06.581
“Il primo giorno a Sepang è andato bene sebbene le mie condizioni fisiche oggi non siano ottimali. Sono contento di com’è andata questa prima giornata perché alla fine son stato abbastanza veloce e in Fp2 abbiamo trovato il giro veloce. Ci manca un po’ il ritmo, ma stiamo lavorando per arrivarci, quindi bene. Dobbiamo capire quale gomma anteriore useremo in gara ma sfrutteremo il turno di domattina per trovare la risposta se le condizioni ce lo permetteranno”.

Phillip Island – AUSTRALIAN GRAND PRIX

philip_circ

  • Lunghezza: 4.448 mt.
  • Larghezza: 13 mt.
  • Lunghezza rettilineo: 900 mt.
  • Curve a sinistra: 7
  • Curve a destra: 5

_________________________

Il Campionato del Mondo di Velocità ha fatto ritorno nel 1997 in uno degli enclavi con più tradizione negli sports di motore. La storia del circuito di Phillip Island risale, in effetti, agli anni ’20, quando in questi paraggi, ancora senza asfalto, si svilupparono le prime gare automobilistiche. La prima gara motociclistica fu inaugurata nel 1931, ma soltanto verso la metà degli anni cinquanta fu costruito un circuito permanente.

I suoi impianti caddero in abbandono alla fine degli anni ’70 e all’inizio degli anni ’80, ma, nel 1985, fu restaurato e modernizzato con un finanziamento di 5 milioni di dollari australiani. Nel 1989 e 1990 si disputarono due Gran Premi d’Australia e nel 1995 si annunciò il ritorno del Campionato del Mondo di Velocità in questo circuito, che divenne realtà nel 1997.

AUSTRALIAN GP

BETA TOOLS SPEED UP

QUARTO E QUATTORDICESIMO POSTO PER IL BETA TOOLS SPEED UP TEAM AL GP D’AUSTRALIA.

Al circuito di Phillip Island si è appena conclusa la gara del Gran Premio d’Australia. Il Beta Tools Speed Up team lascia l’isola dopo aver conquistato un quarto posto con Jorge Navarro ed un quattordicesimo con Fabio Di Giannantonio. Questo sicuramente non è stato all’altezza delle aspettative data la pole position e la seconda fila ottenute nelle qualifiche di ieri. Problemi di feeling per Navarro, il quale è riuscito a gestire bene la gara dando il massimo fino all’ultimo giro. Jorge riconferma ancora una volta la sua competitività e con i tredici punti ottenuti con il quarto posto torna a riprendersi la quarta posizione della classifica mondiale.

Per Di Giannantonio invece la gara si è complicata sin dall’inizio quando è uscito di pista alla curva 4 del primo giro per evitare l’incidente che ha coinvolto Lecuona, Marini e Bezzecchi. Abilmente Fabio è riuscito a rientrare in pista riprendendo la gara dall’ultima posizione. Senza perdersi d’animo, il numero 21 ha subito cominciato il recupero fino a tagliare il traguardo in quattordicesima posizione.

JORGE NAVARRO #9 – 4°
“Oggi le condizioni della pista erano decisamente migliori di ieri, molto meno vento ed una temperatura più mite che hanno reso la gara di Phillip Island molto più entusiasmante. Questa mattina nel warm up non avevo un ottimo feeling e quindi abbiamo deciso di fare delle modifiche prima di entrare in griglia che in parte hanno funzionato e mi hanno permesso di fare una buona gara. Ci mancava qualcosa per stare davanti, ma sono comunque contento del lavoro che abbiamo svolto questo weekend e della prova di oggi; abbiamo fatto una buona partenza, i primi giri molto veloci e poi abbiamo dato il 100% finendo in quarta posizione. Quindi che dire, positivi e con molta voglia di arrivare in Malesia!”
FABIO DI GIANNANTONIO #21 – 14°
“Un’altra gara rovinata in partenza! Il primo giro è sempre imprevedibile e purtroppo oggi siamo stati penalizzati dagli errori degli altri. Dopo poche curve dall’inizio della gara ci siamo ritrovati a dover ripartire dall’ultima posizione. Siamo riusciti a risalire fino al quattordicesimo posto recuperando ad ogni giro, con il passo che avevamo avremmo potuto classificarci nei primi cinque. Peccato, ci rifremo in Malesia!”.

NAVARRO CENTRA LA TERZA POLE POSITION, DI GIANNANTONIO SCATTERÀ DALLA QUARTA POSIZIONE.

Il Beta Tools Speed Up team centra la pole position del Gran Premio d’Australia con Jorge Navarro che svetta in qualifica per tre decimi su Binder. Di Giannantonio quarto a +0,002 dalla prima fila dopo un’ottima prova.

Sotto un cielo imprevedibile che sta condizionando l’intero weekend del Gran Premio di Phillip Island, Navarro e Di Giannantonio hanno chiuso le tre prove di libere con il terzo e sesto tempo della classifica combinata ottenendo entrambi l’accesso diretto alle Q2. Le qualifiche iniziano con pista asciutta ed i piloti del Beta Tools Speed Up team ne approfittano subito per dare il massimo consapevoli che le condizioni potrebbero cambiare. A qualche minuto dalla fine della sessione sventola la bandiera che fa rientrare i piloti ai box per vento forte e pioggia determinando la fine anticipata della prova. Jorge si aggiudica così la pole position e Fabio la seconda fila.

JORGE NAVARRO #9 – 1° in 1’33.565
“Sono molto contento di questa Pole Position! Questa mattina abbiamo fatto un gran bel lavoro lavorando con gomma usata e girando da soli. Per la qualifica abbiamo apportato delle piccole modifiche alla moto cercando di migliorare il feeling ma a dire il vero non ho avuto il tempo di capire se abbiamo fatto uno step avanti o no perché ero completamente concentrato nel fare il tempo dato che il meteo variava di minuto in minuto. Sono comunque riuscito a staccare un ottimo tempo, quasi il migliore del fine settimana con il quale abbiamo fatto la nostra terza fantastica pole. Son molto contento perché questo non è uno dei miei circuiti preferiti. Pronti a lottare per la vittoria domani!”
FABIO DI GIANNANTONIO #21 – 4° in 1’33.936
“Davvero contento delle qualifiche di oggi e di come abbiamo superato le difficoltà incontrate ieri. Questa mattina ce l’abbiamo messa tutta per raggiungere la Q2, sebbene le condizioni atmosferiche variabili, e con soddisfazione siamo riusciti ad accedere direttamente alle seconde qualifiche. La prova è andata bene, peccato non aver concluso l’ottimo giro che stavamo facendo nel momento in cui è iniziata la pioggia e per le condizioni troppo rischiose siamo tutti rientrati ai box finendo la qualifica in anticipo. Alla fine partiamo in seconda fila e per domani dobbiamo soltanto crederci!”.

NAVARRO SEGNA IL TERZO TEMPO NEL VENERDÌ AUSTRALIANO. DI GIANNANTONIO CHIUDE LA PRIMA GIORNATA QUINDICESIMO

Il meteo condiziona la prima giornata di prove libere del Gran Premio Australiano, iniziato oggi all’emblematico circuito di Phillip Island. La sessione del mattino si è svolta sotto la pioggia mentre nel pomeriggio le condizioni della pista si sono capovolte con l’arrivo del sole che ha asciugato la pista ed alzato le temperature. Entrambi i piloti del Beta Tools Speed Up team hanno faticato a trovare la messa a punto delle loro Speed Up durante il primo turno con pista bagnata. Pista scivolosa, mancanza di aderenza e molte le cadute che si sono viste durante la sessione tra le quali quella di Fabio Di Giannantonio ad inizio prova, fortunatamente senza gravi conseguenze.

Tutto cambia già dai primi giri della FP2 in cui Navarro dimostra d’aver un buon ritmo migliorando giro dopo giro fino a prendersi la terza posizione quasi alla fine. Di Giannantonio fatica di più del suo compagno di box a trovare la giusta messa a punto, ma con l’ultimo giro della prova segna il suo miglior tempo aggiudicandosi la quindicesima posizione.

JORGE NAVARRO #9 – 3° in 1’33.405
“Abbiamo iniziato bene il weekend australiano. Questa mattina le condizioni della pista erano molto delicate pertanto ho deciso di non rischiare, prendermela con calma e capire come si comportava la moto sotto la pioggia. In FP2, con pista asciutta, abbiamo iniziato subito bene facendo qualche piccola modifica al setting che ci ha aiutato a capire la direzione verso la quale lavorare. Domani spero di continuare in questa direzione, ovviamente sono contento perché già abbiamo dimostrato d’essere competitivi, solo dobbiamo sistemare qualche dettaglio di guida e nella moto se il tempo ce lo permetterà”.
FABIO DI GIANNANTONIO #21 – 15° in 1’34.017
“Questa mattina le condizioni erano un po’ al limite dovute alla pioggia e ad un asfalto molto scivoloso, per noi è stato sicuramente difficile prendere il ritmo soprattutto dopo la scivolata iniziale. Nel pomeriggio, prima sessione sul circuito di Phillip Island sull’asciutto in Moto2 non è stata così male, ma si poteva fare meglio. Restiamo fiduciosi per domani”.

Motegi – GRAND PRIX OF JAPAN

  • montegi_circLunghezza: 4801 mt.
  • Larghezza: 15 mt.
  • Lunghezza rettilineo: 762 mt.
  • Curve a sinistra: 6
  • Curve a destra: 8

_____________________

Situato su un posto montano di grande bellezza, nel distretto di Kanto, il circuito giapponese di Twin Ring Motegi possiede un ovale di 2,5 km e una pista classica di una lunghezza di 4,8 km disegnata secondo le norme internazionali. Costruito dalla Honda come laboratorio di prove delle loro differenti produzioni nell’agosto 1997, il circuito di Twin Ring è diventato dal 1999 lo scenario di un Gran Premio del Campionato del Mondo, mentre il tracciato ovale ha permesso di introdurre nel paese le competizioni automobilistiche di ispirazione americana.

Il circuito di Motegi attrae durante l’anno gli amanti del motore, dato che il suo gigantesco recinto ospita il Museo Honda, che esibisce in maniera permanente moto e automobili da competizione di tutte le epoche. Inoltre, questo complesso sportivo si completa con una scuola guida, piste di dirt-trarck e go-kart, hotel, ristorante, negozi e altri servizi che impiegano attualmente 300 persone.

GP GIAPPONE

BETA TOOLS SPEED UP

GRAN PREMIO GIAPPONE: QUINTO E UNDICESIMO POSTO PER IL BETA TOOLS SPEED UP TEAM A MOTEGI

Un quinto posto con Jorge Navarro e un undicesimo con Fabio Di Giannantonio: è questo il bottino raccolto dal Beta Tools Speed Up team nel Gran Premio del Giappone, sedicesimo appuntamento del motomondiale, che si è svolto al Twin Ring Motegi.

Un weekend di alti e bassi ma con esito positivo per entrambe le squadre che hanno concluso la gara in terra giapponese a punti.

Navarro ha lottato per la quinta posizione per gran parte della corsa affrontando diversi sorpassi e la notevole bagarre con Marquez in cui Jorge ha avuto la meglio fino a chiudere con un gap di oltre due secondi sul numero 73.

Situazione sicuramente più complicata ma altrettanto soddisfacente per Di Giannantonio che dopo la buona partenza inizia la scalata di ben dieci posizioni in cui Fabio dimostra determinazione e buon passo fino a raggiungere l’undicesimo posto.

Prossimo appuntamento al circuito di Phillip Island per il Gran Premio d’Australia il prossimo weekend.

JORGE NAVARRO#9 – 5°
“Oggi abbiamo fatto un buon lavoro nel warm up in cui abbiamo trovato la giusta direzione. Con qualche piccola modifica pre-gara mi son sentito subito meglio. L’unica cosa che ci mancava era un po’ d’accelerazione ma già ero in una buona posizione. Peccato che mi è saltata la marcia nell’ultima chicane del terzo giro dove ho perso 4 posizioni e la difficoltà poi di avanzare. Poi ho iniziato a recuperare ma non è stato facile, era già troppo tardi. Sono comunque contento della quinta posizione dopo le difficoltà incontrate in questo weekend”.
FABIO DI GIANNANTONIO#21 – 11°
“Weekend tosto e anche con un po’ di sfortuna. Non sono minimamente contento del risultato finale, ma sono molto contento di come ho affrontato la gara: il passo c’era, ero veloce e sono risalito. Una bella gara secondo me e anche di maturità perché non ho fatto errori e sono arrivato a raggiungere il secondo gruppo. Continuiamo ad aggiungere esperienza, passo dopo passo, adesso ci aspetta l’Australia”.

SECONDA E SETTIMA FILA PER IL BETA TOOLS SPEED UP TEAM NELLE QUALIFICHE GIAPPONESI

La pioggia condiziona il secondo giorno del Gran Premio del Giappone nel quale son state disputate le qualifiche che hanno delimitato la griglia di partenza della gara di domani, in diretta alle 6.20 del mattino, ora italiana.

Con la pista bagnata e la pioggia costante durante la fp3, i piloti del Beta Tools Speed Up team non sono riusciti a migliorare i tempi del venerdì e hanno così dovuto affrontare le Q1.

Navarro trova un ottimo feeling nelle prime qualifiche ottenendo l’accesso alle Q2 dove con il tempo di 2’02.411 si aggiudica la quinta posizione e seconda fila della griglia.

Una prima qualifica più complicata e in parte sfortunata per Di Giannantonio che trova il giusto feeling sono a fine prova e per pochi decimi manca il passaggio alle Q2. Domani in gara partirà dalla settima fila in ventunesima posizione.

JORGE NAVARRO#9 – 5° in 2’02.411
“Oggi abbiamo trovato un buon feeling sul bagnato senza rischiare più del necessario siamo riusciti a migliorare in ogni sessione. In Q1 siamo stati veloci ottenendo l’accesso alle Q2 dove siamo partiti bene, a ritmo sostenuto. Potevamo migliorare ma ho commesso un errore negli ultimi due giri, non so il perché però ho cominciato ad avere problemi di grip al posteriore. Dobbiamo capire cos’è successo, ma in ogni caso sono contento della posizione ottenuta in QP. Se lavoriamo bene nel warm up di domani di sicuro possiamo fare una buona gara”.
FABIO DI GIANNANTONIO#21 – 21° in 2’04.349
“Stamattina non è stata una buona sessione perché abbiamo provato una modifica che però non è andata bene ed il feeling sul bagnato non era certo quello che ci aspettavamo. In qualifica meglio, peccato che ho preso la bandiera un secondo prima di quello che speravo fosse il mio ultimo giro e proprio quello che mi avrebbe permesso di accedere alle Q2. Domani sull’asciutto possiamo recuperare dando il massimo come sempre”.

PRIMA GIORNATA DI PROVE LIBERE AL GRAN PREMIO DEL GIAPPONE

È iniziato oggi al circuito di Motegi il sedicesimo appuntamento del Campionato Mondiale Moto2. Il Beta Tools Speed Up team termina la prima giornata del Gran Premio del Giappone al quindicesimo posto della classifica combinata con Fabio Di Giannantonio e al diciottesimo con Jorge Navarro.

Fabio termina la prima sessione in p20 con il crono di 1’52.010. Dopo la prima uscita in pista, la squadra 21 ha cercato di migliorare il feeling e la mancanza di grip al posteriore sfruttando le fp2 per delle piccole modifiche al setting della Speed Up. Netto il miglioramento di Fabio nella seconda prova, il quale termina la prima giornata a soli sei decimi dal primo.

Anche per Navarro non è stato un inizio facile al Twin Ring di Motegi. Quattordicesimi al termine delle prime prove del mattino a +0.659 dal primo, Jorge ed i suoi tecnici decidono di provare diverse soluzioni sfruttando appunto la seconda sessione. Il numero 9 migliora il suo tempo di qualche decimo, ma resta ancora del lavoro da svolgere prima di domenica.

FABIO DI GIANNANTONIO#21 – 15° in 1’51.248
“Nonostante la posizione finale, che non è delle migliori, non sono dispiaciuto del lavoro svolto quest’oggi. Siamo a sei decimi dal primo, il distacco non è molto e se continuiamo a lavorare in questa direzione possiamo ridurlo. Peccato che per domani sia prevista molta pioggia e quindi sarà difficile abbassare il tempo per accedere direttamente alle Q2, ma anche sul bagnato possiamo dire la nostra, restiamo quindi concentrati ed ottimisti!”
JORGE NAVARRO#9 – 18° in 1’51.399
“È stata una giornata abbastanza complicata, non siamo riusciti a trovare la direzione giusta da prendere. Abbiamo provato qualche modifica ma senza trovare le risposte che ci aspettavamo. Ci sono alcuni punti del tracciato in cui perdiamo molto, altri in cui siamo abbastanza veloci. Continueremo a lavorare sui problemi riscontrati, sia a livello di messa a punto che di guida, per capire la strada de prendere in vista gara”.

CIV MOTO3 – ROUND6 VALLELUNGA 4-5-6 Ottobre

BUONA PRESTAZIONE DI COLLIN VEIJER AL ROUND6 DI VALLELUNGA

L’Autodromo “Piero Taruffi” di Vallelunga ha fatto da teatro all’ultima gara della stagione del Campionato Italiano di Velocità, conclusasi nel trascorso weekend.

Il sesto round si è rivelato il più tosto per Collin ed il suo team, i quali hanno saputo affrontare insieme le difficoltà incontrate nel migliore dei modi. Collin si qualifica al quattordicesimo posto con un tempo di 1’44.536 ma non si lascia abbattere e in entrambe le gare riesce a rimontare fino all’ottava posizione.

Soddisfatto del lavoro svolto dal team Speed Up Junior e consapevole di aver dato il massimo, Veijer chiude il suo primo campionato nella categoria Moto3 in quinta posizione con 115 punti.

Collin Veijer #95: “Sono molto soddisfatto della mia prima stagione su una moto3 anche se con il peso extra non è stato sempre facile trovare il giusto adattamento. Questo fine settimana a Vallelunga è stato il più difficile, ma almeno ho dato il meglio di me stesso. Grazie al mio fantastico team e agli sponsor. Ora mi sto preparando per la selezione dei rookies Redbull che è in programma per la prossima settimana. Inoltre, spero vivamente di completare il budget per poter dare il massimo anche nella prossima stagione”.

Buriram – Thailand – PTT THAILAND GRAND PRIX


  • Lunghezza: 4.554 mt.
  • Larghezza: 12 mt.
  • Lunghezza rettilineo: 1 km.
  • Curve a sinistra: 5
  • Curve a destra: 7

_______________________

Il circuito internazionale di Buriram (conosciuto anche, per ragioni di sponsorizzazione, come Chang International Circuit) è un circuito per competizioni motociclistiche e automobilistiche situato nella città di Buriram in Thailandia, costruito nel 2014. Dal 2018 entra a far parte di una delle 19 gare valevole per il Motomondiale 2018. Il circuito thailandese ha una lunghezza di 4.6 km, contraddistinto da tre lunghi rettilinei, il più lungo misura precisamente 1 km, la larghezza è di 12 metri, meno di altri tracciati con 14 e 16 metri. Disegnato dall’architetto tedesco Herman Tilke, può ospitare 100.000 visitatori, tutti con una buona visione di quanto accade in pista.

Copyright 2016 Speedup Factory © Via Cartiera, 21 36030 Lugo di Vicenza (VI) P.Iva 03568640241