Archive for Luglio, 2020

Jerez de la Frontera – GRAN PREMIO DE ANDALUCÍA

  • Lunghezza: 4423 mt.
  • Larghezza: 11 mt.
  • Lunghezza rettilineo: 607 mt.
  • Curve a sinistra: 5
  • Curve a destra: 8

Costruito nel 1986 ha ospitato il suo primo Grand Prix l’anno successivo. Il circuito di Jerez è ora uno dei tracciati più popolari del Campionato del Mondo di MotoGP, il punto di incontro prediletto di una città fanatica per lo sport. Il circuito è situato all’interno di una valle nel sud della Spagna, uno scenario spettacolare contraddistinto da condizioni meteorologiche ottimali. Le gradinate presenti sul circuito consentono di ospitare fino a 250.000 spettatori.

Il circuito dispone di due tracciati alternativi, uno di 4.423 metri, l’altro di 4.428 metri; entrambi i tracciati sono stati ri-pavimentati nel 2005. Per questo motivo il circuito andaluso è meta di diversi team del Campionato del Mondo di MotoGP per le sessioni di test nel corso dell’anno. Le strutture per i media e per gli operatori del settore sono state anch’esse recentemente ammodernate, così come la torre di controllo e i box, garantendo al circuito un’ulteriore popolarità.

 

GP ANDALUCÍA 2020

BETA TOOLS SPEED UP

GARA: DOMENICA DAL SAPORE AMARO

Il Gran Premio di Andalucia si è rivelato una gara molto più difficile del previsto per il Beta Tools Speed Up team. Il weekend era iniziato bene per i due portacolori che avevano dimostrato di aver raggiunto progressi dall’ultima gara della scorsa settimana, sempre al circuito de Jerez de la Frontera. Ma i miglioramenti ottenuti non hanno dato i loro frutti sul campo di battaglia.

La gara ha preso il via su pista rovente, 54° la temperatura dell’asfalto. Alla partenza Navarro, quarto in griglia, scatta bene e per i primi giri trova un buon ritmo rimanendo nei primi sei fino al decimo giro in cui perde stabilità uscendo di scena alla curva nove.

Partenza non facile per Diggia che scatta dall’undicesima posizione in griglia. A fine primo giro Fabio è tredicesimo, dà il massimo per cercare di portare la Speed Up SFT20 più avanti ma il feeling con l’anteriore peggiora e dal giro dodici la gestione della moto diventa più difficile. Il numero ventuno inizia a perdere posizioni, non se la sente di rischiare troppo, e di conseguenza il risultato finale non è stato all’altezza delle attese, diciottesimo al traguardo.

JORGE NAVARRO#9 – Non Classificato
“Oggi non so molto bene che dire perché il fine settimana era iniziato molto bene sia in condizioni di gara che in condizioni più fresche. Siamo stati veloci e avevamo un buon ritmo in tutte le sessioni prima della gara. Oggi ero partito bene, finalmente, mantenendo la posizione, ma ad un certo punto la moto ha iniziato a chiudersi davanti, non avevo più feeling e la guida si complicava sempre di più, curva dopo curva. Ho cercato di mantenere il ritmo il più che ho potuto, ma mi si chiudeva quasi ad ogni curva e ad un certo punto mi son ritrovato a terra alla curva 9 senza neanche accorgermi. Come ho detto, non c’è molto da dire, se non che dobbiamo continuare a lavorare e analizzare bene quello che è successo perché la moto dopo due giri è cambiata completamente e non son stato in grado di guidarla in queste condizioni. È dura lasciare Jerez senza punti, ma ci rialzeremo per tornare più forti di prima!”.
FABIO DI GIANNANTONIO#21 – 18°
“Peccato, un altro weekend andato molto male! Sicuramente dobbiamo cercare di capire cosa succede alla moto da metà gara in poi dove inizio a perdere il feeling davanti, soprattutto ad inizio curva, dove la moto diventa sempre più difficile da guidare. Dobbiamo lavorare e trovare la soluzione per Brno cercando di raddrizzare questa stagione partita malissimo appunto dal weekend ceco”.

 

QUALIFICHE: SECONDA E QUARTA FILA PER I PILOTI DEL BETA TOOLS SPEED UP TEAM

Al circuito de Jerez de la Frontera il Beta Tools Speed Up team conclude le qualifiche del Gran Premio de Andalucía con la quarta posizione di Jorge Navarro e l’undicesimo posto di Fabio Di Giannantonio che riconfermano la loro competitività in sella alle Speed Up.

Alla fine della terza sessione di libere, il numero nove del team ottiene l’accesso diretto alle Q2 con il decimo posto delle combinate in 1’41.590. Jorge inizia le qualifiche con il piede giusto, veloce sin dal primo giro. Rientra ai box a circa 5 minuti dalla fine della prova per cambiare gli pneumatici e torna in pista per gli ultimi 2 giri. Lo spagnolo non sbaglia e con il penultimo giro in 1’41.860 si qualifica al quarto posto.

Gran ripresa per Di Giannantonio che dà una svolta al suo weekend aggiudicandosi anche lui l’accesso diretto alle Q2 con il crono di 1’41.660 ottenuto nelle FP3 del mattino. Con il secondo giro delle sue qualifiche in 1’42.181, Fabio si aggiudica la quarta fila della griglia dalla quale scatterà nella gara di domani.

JORGE NAVARRO#9 – 4° in 1’41.860
“Son contento perché è stata una giornata positiva. Questa mattina abbiamo lavorato molto bene focalizzando la sessione sul ritmo gara ed eravamo pronti per affrontare le qualifiche. In qualifica credo avrei potuto fare di più, ma va bene lo stesso, domani ci aspetta una bella gara!”.
FABIO DI GIANNANTONIO#21 – 11° in 1’42.181
“Contentissimo di oggi perché veniamo da un weekend negativo, soprattutto la giornata di ieri. Oggi abbiamo fatto un bel cambiamento sulla moto e abbiamo fatto un gran step, sia di feeling con la moto, che di velocità in pista. Contento, stiamo tornando ad essere veloci come prima e a lavorare bene. Domani partiamo da una buona posizione e possiamo fare una bella gara, vediamo!”.

 

PROVE LIBERE: NAVARRO TERZO E DIGGIA VENTUNESIMO AL TERMINE DELLA PRIMA GIORNATA DEL GRAN PREMIO DE ANDALUCÍA

A pochi giorni dal Gran Premio de España, disputato la scorsa domenica sul circuito de Jerez de la Frontera, arriva il terzo appuntamento del Campionato Mondiale Moto2 2020, ancora una volta sul tracciato spagnolo. A cambiare è invece la livrea delle Speed Up che scendono in pista con il caratteristico e scintillante colore arancione in rappresentanza dello sponsor Beta Tools, da anni al fianco del team.
Al terzo posto della classifica combinata delle sessioni di prova si piazza Jorge Navarro con un ottimo tempo in 1’41.590, a soli +0.065 dal primo. Buona la prima giornata del numero nove del team Beta Tools Speed Up che riconferma il buon feeling della scorsa settimana sul circuito de Jerez. Jorge segna il suo miglior crono durante le FP1, dimostrando capacità di adattamento e velocità anche nelle FP2 con temperature molto più alte.
Giornata invece molto più difficile per Di Giannantonio e la sua squadra che non riescono a trovare il set up della moto adatto a svolgere dei giri competitivi in entrambe le sessioni. Ventunesimo è il risultato finale della prima giornata del Gran Premio de Andalucía di Fabio in 1’42.312. Pilota e team restano però fiduciosi e determinati a trovare una soluzione in vista delle qualifiche di domani.
JORGE NAVARRO#9 – 3° in 1’41.590
“Oggi è stato un buon venerdì! Abbiamo iniziato con un buon feeling già dalla prima uscita del mattino facendo giusto qualche modifica che avevamo deciso di provare e abbiamo visto che alcune modifiche ci sono d’aiuto altre meno. Ad ogni modo credo sia stato davvero un giorno positivo perché siamo stati costanti e abbiamo raccolto molte informazioni. Spero continueremo così anche domani”.
FABIO DI GIANNANTONIO#21 – 21° in 1’42.312
“Giornata negativa. Siamo ripartiti con i problemi della gara scorsa e stiamo continuando a fare del nostro meglio ma ancora non siamo arrivati ad una soluzione e questo ci sta mettendo in difficoltà. Però non si molla mai, stiamo lavorando e stiamo capendo come migliorare per tornare ad essere competitivi”.

 

Jerez de la Frontera – GRAN PREMIO DE ESPAÑA

jerez_circ

  • Lunghezza: 4423 mt.
  • Larghezza: 11 mt.
  • Lunghezza rettilineo: 607 mt.
  • Curve a sinistra: 5
  • Curve a destra: 8

Costruito nel 1986 ha ospitato il suo primo Grand Prix l’anno successivo. Il circuito di Jerez è ora uno dei tracciati più popolari del Campionato del Mondo di MotoGP, il punto di incontro prediletto di una città fanatica per lo sport. Il circuito è situato all’interno di una valle nel sud della Spagna, uno scenario spettacolare contraddistinto da condizioni meteorologiche ottimali. Le gradinate presenti sul circuito consentono di ospitare fino a 250.000 spettatori.

Il circuito dispone di due tracciati alternativi, uno di 4.423 metri, l’altro di 4.428 metri; entrambi i tracciati sono stati ri-pavimentati nel 2005. Per questo motivo il circuito andaluso è meta di diversi team del Campionato del Mondo di MotoGP per le sessioni di test nel corso dell’anno. Le strutture per i media e per gli operatori del settore sono state anch’esse recentemente ammodernate, così come la torre di controllo e i box, garantendo al circuito un’ulteriore popolarità.

 

GP ESPAÑA 2020

HDR HEIDRUN SPEED UP

GARA: WEEKEND DIFFICILE PER IL TEAM HDR HEIDRUN SPEED UP

Un Gran Premio di Spagna difficile per il team HDR Heidrun Speed Up, quasi da dimenticare dopo la caduta di Jorge Navarro ed il ritiro di Fabio Di Giannantonio.

Una gara che tutti aspettavamo con ansia dopo lo stop di questi mesi, ma che lascia in bocca un sapore amaro a team e piloti già dal primo giro quando Navarro cade subito dopo la prima curva. Scivola a terra il numero nove dopo il contatto con Bezzecchi il quale, superandolo dall’interno, tocca la ruota anteriore di Jorge. Per lo spagnolo non c’è più nulla da fare se non rientrare ai box.

Dalla diciottesima posizione in griglia, scatta bene Di Giannantonio, consapevole dell’impresa che ha davanti. Fabio inizia da subito a recuperare posizioni fino a raggiungere il secondo gruppo di piloti che lottano per la top10. Al tredicesimo giro, raggiunta p10, il feeling con la moto inizia a mancare costringendo Diggia a perdere posizioni. Il feeling con la sua Speed Up continua a peggiorare e a meno sette giri dalla fine il numero ventuno è costretto al ritiro.

Quando accadono episodi del genere si dice che la cosa migliore sia tornare in pista e in questo senso il calendario aiuta dal momento che domenica prossima è già in programma la terza gara del Campionato Moto2 2020: il Gran Premio de Andalucía, ancora una volta sul circuito de Jerez-Ángel Nieto.

 

JORGE NAVARRO#9 – non classificato
“Non c’è molto da dire dopo la gara di oggi. Ho avuto un problema in partenza e non sono riuscito ad iniziare bene la gara. Poi alla prima curva, un pilota che stava passando all’interno ha toccato la mia ruota anteriore e così la mia caduta. Sono davvero dispiaciuto di com’è andata perché avevamo lavorato bene durante tutto il weekend e di sicuro non era questo il risultato finale che ci aspettavamo. Ad ogni modo, dobbiamo rimanere positivi e continuare a dare il massimo per raggiungere il nostro obiettivo già da da domani in vista della prossima gara sempre qui sul circuito di Jerez”.
FABIO DI GIANNANTONIO#21 – non classificato
“Dispiaciuto per com’è andato l’intero weekend. Peccato, perché son partito molto forte. Stavo lì col secondo gruppo che lottava per la Top10, che poteva essere un reale obiettivo per noi oggi, ma il feeling con l’anteriore peggiorava a dismisura giro dopo giro fino a diventare pericoloso girare e quindi ad un certo punto mi son dovuto fermare. Adesso abbiamo altri tre giorni per lavorare meglio di quanto abbiamo fatto in questi giorni e cercare di arrivare più preparati alla gara di domenica prossima”.
 

QUALIFICHE: PRIMA E SESTA FILA PER JORGE E DIGGIA NEL GRAN PREMIO DE ESPAÑA

Jorge Navarro e Fabio Di Giannantonio partiranno domani rispettivamente dalla prima e sesta fila della griglia di partenza del Gran Premio de España.

Il numero 9 del team HDR Heidrun Speed Up si concentra sul passo gara durante l’ultima sessione di libere e con il settimo tempo della classifica combinata ottiene l’accesso diretto alle Q2. Jorge inizia la qualifica subito con un buon passo migliorandosi ad ogni giro. 1’41.565 è il tempo del suo migliore giro in qualifica ottenuto quasi alla fine della sessione ed è con questo crono che si posiziona in prima fila in seconda posizione.

Il sabato spagnolo è invece più complicato per Di Giannantonio. In FP3 Fabio non trova il feeling delle passate sessioni e a fine prova è fuori dalla classifica dei 14 piloti che accedono alle Q2. In Q1 si riaccende e in pista dimostra che anche con le alte temperature può gestire la moto. Stacca il primo tempo in 1’41.913 e si prepara a rientrare per la qualifica2. Purtroppo una scivolata al primo giro compromette la qualifica di Fabio che partirà domani dalla sesta fila in diciottesima posizione.

 

JORGE NAVARRO#9 – 2° in 1’41.565
“Son contento della qualifica di oggi, non è stato facile ripartire dopo tutti questi mesi. Questa mattina abbiamo sfruttato la sessione di prova per testare il ritmo gara ottenendo buoni risultati. In qualifica siamo riusciti a trovare il giro veloce che ci permette di partire dalla prima fila della griglia di partenza. Partiamo davanti, consapevoli che sarà una gara dura ma ce la metteremo tutta per vincere!”
FABIO DI GIANNANTONIO#21 – 18° in 1’43.118
“Non è stata una gran giornata! Questa mattina siamo andati un po’ nel pallone durante le FP3. Abbiamo affrontato le Q1 con un altro spirito prendendo una strada diversa e siamo riusciti a passare il turno in prima posizione con un ottimo tempo. Siamo entrati carichi anche in Q2, perché sapevamo di poter entrare nella Top10, peccato che proprio ad inizio prova son entrato un po’ più veloce, mi si è chiuso il davanti e son scivolato. Poi quando son rientrato in pista non avevo più il freno dietro e non potevo spingere come prima per fare un tempo migliore. Siamo costretti a fare una gran rimonta domani”.

PROVE LIBERE: NAVARRO SECONDO E DIGGIA OTTAVO NEL VENERDÌ SPAGNOLO.

La Moto2 dopo la lunga assenza, causa Covid19, è tornata in pista oggi dando il via al tanto atteso Gran Premio de España, secondo evento del Campionato Mondiale Moto2 2020. Poco prima delle 11 le Speed Up di Jorge e Diggia hanno lasciato il box del team HDR Heidrun Speed Up scatenandosi in pista nella prima sessione di prove libere sul circuito de Jerez-Àngel Nieto.

Nella prima giornata i due piloti si sono concentrati sulla messa a punto delle loro moto. Jorge Navarro ha completato 30 giri in totale ottenendo il suo best lap al giro 14 della prima sessione in 1’41.458. Le temperature più alte del pomeriggio impossibilitano i piloti ad abbassare i tempi e Jorge chiude così il primo giorno con un’ottima e promettente seconda posizione con un gap a dir poco inesistente (+0.048).

Buona la prima anche per Fabio Di Giannantonio che si posiziona ottavo a +0.450 dal primo. 32 i giri completati da Diggia nel venerdì spagnolo e anche lui segna il suo miglior tempo nelle FP1 al giro 10 in 1’41.860.

Il lavoro di preparazione per le qualifiche di domani e la gara di domenica continuerà domani mattina con la terza ed ultima sessione di prove libere in programma alle ore 10.55 CET.

JORGE NAVARRO#9 – 2° in 1’41.458
“È stato un giorno positivo perché già dalla sessione del mattino la nostra prestazione è migliorata rispetto al test. Un po’ di chilometri in più con la moto e già mi son trovato meglio. Nel pomeriggio tuttavia non siamo riusciti a seguire il piano di lavoro che avevamo messo a punto a causa di un imprevisto in pista a metà sessione che ci ha fatto perdere la possibilità di provare quanto pianificato. Ma ad ogni modo domani completeremo il lavoro durante l’ultima prova di libere in vista delle qualifiche”.
FABIO DI GIANNANTONIO#21 – 8° in 1’41.860
“Giornata così e così. Stamattina siamo partiti bene, la nostra scelta è stata di giocarci subito la gomma per fare il tempo, consapevoli che con le alte temperature del pomeriggio sarebbe stato più difficile. In FP2 abbiamo girato con le gomme usate delle FP1, ma con questo caldo abbiamo faticato molto più di quanto prevedessimo. Dobbiamo lavorare per capirne il motivo perché possiamo fare molto di più”.

Gran Premio de España – Pronti a ripartire!

Circa 4 mesi fa si concludeva il Gran Premio del Qatar tra incertezze e paure per ciò che avremmo dovuto affrontare nei mesi seguenti. La ferocia della pandemia mondiale ha costretto il mondo a fermarsi e a chiudersi in casa. Ma finalmente ci siamo! La lunga attesa è terminata: è arrivato il momento di abbassare la visiera e dare gas! Da domani il team Speed Up torna in pista con i suoi due alfieri, Jorge Navarro e Fabio Di Giannantonio, impazienti di rimettersi alla guida delle loro moto Speed Up.

Non sarà la normalità di sempre ad accompagnare team e piloti in queste prime gare, ma una normalità nuova che comprende il distanziamento sociale e l’assenza vitale del pubblico.

Diggia e Jorge, al pari di tutta la squadra, sono pronti a dare il massimo sul circuito de Jerez-Ángel Nieto a partire già da domani nella giornata di test. Piloti e tecnici saranno impegnati in due sessioni da 40 minuti ciascuna (11.40-12.20; 15.40-16.20) che precederanno i normali orari del weekend di gara (VEN: Fp1 10.55-11.35, Fp2 15.10-15.50; SAB: Fp3 10.55-11.35, Q1 15.10-15.25, Q2 15.35-15.50; DOM: Warm Up 8.50-9.10, Gara 12.20).

JORGE NAVARRO #9
“Oggi sono davvero molto contento! Dopo tanto tempo, torno a vivere il paddock, la mia squadra e a toccare la mia moto. Non vedo l’ora di ricominciare dopo questi lunghi mesi in casa trattenendo la voglia di guidare la mia Speed Up. Sono pronto a dare il massimo, anche se non sarà lo stesso senza il pubblico a sostenerci. Sarà particolare anche disputare due gare di fila qui a Jerez: questo significa che per la seconda gara avremo molti più dati sui quali fare affidamento. Finalmente si comincia!”
FABIO DI GIANNANTONIO #21
“Siamo arrivati in pista, tutto è diverso, il paddock è vuoto e pare di stare ad un test, non ad una gara. È una situazione particolare, possiamo stare solo nel box ma la cosa buona è che si ricomincia a correre. Si sta con la squadra, tutti carichi e con voglia di ricominciare. Questo mi motiva ancor di più, non vedo l’ora di scendere in pista, finalmente il momento è arrivato, domani si va!”

Finlandia – Grand Prix of Finland

 

  • Lunghezza:
  • Larghezza:
  • Lunghezza rettilineo:
  • Curva a sinistra:
  • Curva a destra:

 

General Info:

Il circuito di Kymiring è di recente costruzione, essendo stato inaugurato nel Luglio del 2019. Sorge nei pressi di Kouvola a circa 110 km nord-est della capitale Helsinki. Il tracciato è lungo 4,6 km ed è piuttosto contorto non permettendo velocità elevate. La MotoGP effettuerà il suo debutto quest’anno a Luglio.

Copyright 2016 Speedup Factory © Via Cartiera, 21 36030 Lugo di Vicenza (VI) P.Iva 03568640241