Archive for marzo, 2019

Termas de Rio Hondo – ARGENTINA GRAND PRIX

  • argentina_circLunghezza: 4.806 mt.
  • Larghezza: 16 mt.
  • Lunghezza rettilineo: 1.076 mt.
  • Curve a sinistra: 5
  • Curve a destra: 9

_______________________

Il circuito Termas de Río Hondo Circuit si trova a 6 km dalla città da cui proviene il nome, nella provincia di Santiago del Estero. E’ stato costruito in un’area di 150 ettari e inaugurato ufficialmente l’11 maggio 2008, durante la visita del campionato Touring Car Racing.

Nel 2012 è iniziata il rinnovamento e l’ampliamento della struttura, allo scopo di trasformarla nel circuito più moderno, sicuro ed emozionante di tutta l’America Latina.

ARGENTINA GP

BETA TOOLS SPEED UP

NAVARRO OTTAVO NEL GRAN PREMIO DE LA REPÚBLICA ARGENTINA. DI GIANNANONIO COSTRETTO AL RITIRO.

Il Beta Tools Speed Up team finisce a punti il Gran Premio Motul de la República Argentina con Jorge Navarro che taglia il traguardo in ottava posizione dopo 23 giri di gara. Il giovane spagnolo dopo una buona partenza fatica a trovare subito il ritmo di gara perdendo qualche posizione nei primi giri. Non appena ritrova il feeling con la sua Speed Up inizia a recuperare posizioni girando con un ottimo passo. Peccato per il distacco preso nei primi giri dal gruppo di testa che non permette al numero nove del team di andare oltre l’ottava posizione, ma la prestazione di oggi conferma i progressi raggiunti da pilota e team ed il suo alto livello di competitività.

Gara difficile per il compagno di squadra Fabio Di Giannantonio che non può continuare la gara per un dolore alla gamba sinistra che lo costringe al rientro ai box nel corso del tredicesimo giro. Nulla di grave per il pilota romano che ritornerà in pista per il terzo appuntamento della Moto2 fra due settimane in Texas al Gran Premio delle Americhe dal 12 al 14 aprile.

JORGE NAVARRO#9 – 8°  
“La partenza non è andata male, ma nei primi tre giri mi è mancata la decisione e con il serbatoio pieno mi sentivo ancora meno sicuro per frenare e superare. È stato frustrante perché potevo essere molto più veloce in quei giri, ma non me la son sentita di rischiare. È poi arrivato il momento in cui son riuscito a trovare un buon ritmo e a recuperare le posizioni che avevo perso. Ho girato veloce fino a fine gara e di questo son contento, devo assolutamente migliorare la prima parte della gara ma siamo nella direzione giusta per fare grandi cose. Son davvero molto contento del lavoro svolto in questo fine settimana e ringrazio moltissimo la mia squadra per questo. Ci vediamo in texas con tantissima voglia di tornare in pista!”.
FABIO DI GIANNANTONIO#21 – RITIRATO
“Oggi male, malissimo! Ci siamo ritirati non per un problema alla moto ma mio nel cambio delle marce. Il cambio era più duro del normale ed in gara mi è arrivato un crampo sul tibiale sinistro e non mi si muoveva più il piede e girare era diventato pericoloso, per questo motivo ho deciso di ritirarmi. Ad ogni modo sappiamo che siamo stati abbastanza veloci questo weekend e abbiamo lavorato bene. Un’altra esperienza quindi sulle spalle e portiamo la positività di questo weekend al prossimo Gran Premio”.

 

QUARTA E SESTA FILA PER NAVARRO E DI GIANNANTONIO CHE SI QUALIFICANO IN UNDICESIMA E DICIOTTESIMA POSIZIONE NEL GRAN PREMIO ARGENTINO

Con le qualifiche argentine termina anche la seconda giornata del weekend di gara al circuito di Termas de Rio Hondo e ci si prepara per le ultime modifiche prima della gara di domani.

I piloti Beta Tools Speed Up lasciano il circuito con mezzo sorriso per non aver concluso le Q2 come da aspettative dopo le ottime prestazioni di entrambi nelle prove libere.

Strepitosa la terza prova di Navarro in cui segna il quarto tempo delle tre sessioni di libere e passa direttamente alle Q2. Parte subito bene in qualifica piazzandosi tra le prime posizioni ma dopo qualche giro il feeling con la moto cambia e Jorge si sente costretto a tornare ai box perdendo così gli ultimi minuti della prova. Finisce le qualifiche undicesimo aggiudicandosi la quarta fila della griglia di domani.

Anche Di Giannantonio continua a stupire. Con il dodicesimo tempo stilato in fp3 si guadagna l’accesso diretto alle Q2 dimostrando la sua continua crescita. Purtroppo uno pneumatico difettoso compromette la sua prestazione durante la qualifica che chiude con il diciottesimo tempo. Partirà quindi dalla sesta fila della griglia.

JORGE NAVARRO#9 – 11°  
“Questa mattina abbiamo fatto delle modifiche dal setting di ieri e mi son trovato subito bene. La moto mi dava ottime sensazioni e in effetti abbiamo finito la prova quarti sebbene il ritmo fosse ancora più meritevole e competitivo. In qualifica siamo usciti con la stessa moto e non so per quale motivo, se dovuto alla temperatura che si alzata leggermente, ma davanti non avevo lo stesso feeling. In pista non capivo la ragione e così ho deciso di rientrare ma non mi ero accorto che i tempi erano stretti e così al mio rientro in pista non so riuscito a fare neanche un giro competitivo per il poco tempo a disposizione. Ad ogni modo, so di essere competitivo e domani ce la metterò tutta”.
FABIO DI GIANNANTONIO#21 – 18°
“Son contento della prova di questa mattina perché una modifica alla moto c’ha permesso di fare uno step in avanti. Peccato per le Q2 di oggi perché secondo me abbiamo trovato una gomma fallata che non ci ha permesso di girare come dovevamo e come potevamo. Alla fine siamo fiduciosi per la gara di domani, sarà tosta ma ce la metteremo tutta per rifare una bella rimonta!”.

 

NAVARRO E DI GIANNANTONIO AL LAVORO NELLA PRIMA GIORNATA DI PROVE LIBERE DEL GP DI ARGENTINA

La prima giornata di prove libere ha dato il via al secondo appuntamento del mondiale Moto2 in terra Argentina. Il circuito di Termas de Rio Hondo, oltre ad essere tra i più tecnici e veloci con un rettilineo molto lungo, spesso richiede un maggiore sforzo da parte dei piloti di tutte le categorie per la mancanza di grip, soprattutto nelle prove del venerdì in cui la pista è molto più sporca.

I piloti del Beta Tools Speed Up team hanno affrontato le prime due sessioni di prove libere sul circuito di Termas de Rio Hondo classificandosi con l’ottavo (Navarro 1’43.645) ed il sedicesimo tempo (Di Giannantonio 1’43.920) della combinata delle 2 prove.

Entrambi i piloti hanno migliorato di molto il loro crono nella seconda sessione dopo aver apportato delle modifiche al setting ed il cambio gomma, ma non sono ancora del tutto soddisfatti del feeling con la moto. Il gap dai primi è davvero poco per Jorge Navarro (-0.292) che stupisce in pista dopo il rapido recupero dall’infortunio avvenuto in Qatar. Di Giannantonio invece accusa dei problemi all’anteriore, ma in fp2 migliora il setting e la guida portandosi a -0.567 dal primo della classifica.

JORGE NAVARRO#9 – 8° in 1’43.645
“Un primo giorno abbastanza positivo, soprattutto fisicamente mi son sentito meglio di quanto sperassi dopo l’infortunio in Qatar. Il ginocchio mi fa ancora un po’ male, ma non quando salgo sulla Speed Up. Con la squadra abbiamo fatto un buon lavoro, prima con la gomma dura e verso la fine con la morbida che per me sarà quella che useremo in gara. Dobbiamo lavorare ancora sulla moto, speravo qualcosa di più ma abbiamo il tempo per guardare i dati raccolti e pensare a qualche soluzione per domani”.
FABIO DI GIANNANTONIO#21 – 16° in 1’43.920
“Oggi non sono molto contento. Stamattina abbiamo avuto dei problemi con la moto e le condizioni non erano perfette ed ho fatto fatica ad adattarmi alla pista e alla moto. Il secondo turno meglio ma dobbiamo lavorare sul davanti perché si muove tanto e soffriamo tanto le buche. Testa bassa e domani cerchiamo di entrare direttamente in Q2!”.

Losail – Doha – GRAND PRIX OF QATAR

qatar_circLunghezza: 5.380 mt.

  • Larghezza: 12 mt.
  • Lunghezza rettilineo: 1068 mt.
  • Curve a sinistra: 6
  • Curve a destra: 10

_____________________

Il Losail International Circuit è situato nelle vicinanze di Doha, la capitale del Qatar. Il tracciato, costruito in un anno, è costato 58 milioni di dollari, richiedendo l’impiego di quasi 1000 addetti per permettere l’inaugurazione in occasione del Marlboro Grand Prix of Qatar il 2 ottobre 2004.

Il tracciato ha un’estensione di 5.400 metri, circondati da zone di verde sintetico studiate per impedire alla sabbia del deserto circostante di invadere la pista. Il rettilineo principale ha una lunghezza di oltre un chilometro, il resto del tracciato è un calibrato mix di curve veloci e medie, comprese un paio di sinistre veloci che riscuotono una certa popolarità tra i piloti.

Nel 2008 in Qatar si è celebrato il primo GP notturno della storia, a seguito della costruzione di un impianto di luci permanente. Il passaggio alle corse notturne è stato un successo trasformando questo appuntamento in uno dei più spettacolari del calendario MotoGP.

GP QATAR

+EGO-SPEED UP TEAM

RIMONTA SENSAZIONALE DI FABIO DI GIANNANTONIO AL SUO PRIMO GRAN PREMIO IN MOTO2. NAVARRO CADE DOPO LA PARTENZA

Uno strepitoso Di Giannantonio termina il suo primo Gran Premio nella classe Moto2 all’undicesimo posto dopo una rimonta sensazionale. Il rookie romano, dopo aver perso parecchie posizioni in partenza, riesce a trovare il feeling necessario per guadagnare terreno. Sorpasso dopo sorpasso arriva alla zona punti e supera ogni aspettativa raggiungendo l’undicesima posizione.

Jorge Navarro invece balza dalla moto poco dopo la partenza a causa di una frenata improvvisa dovuta ad un incidente avvenuto a pochi metri da lui. Il pilota spagnolo dopo la brutta caduta ha riportato diverse contusioni e tre punti sul ginocchio destro, ma fortunatamente non sembra nulla di grave.

Il bilancio, nonostante la caduta di Navarro, è comunque positivo grazie al progresso raggiunto dai due piloti Speed Up nel corso del weekend. Il feeling con le Speed Up SF19T è di molto migliorato in questa prima gara e Jorge e Fabio sono pronti a continuare i miglioramenti raggiunti finora per poter essere più competitivi nel prossimo Gran Premio di Argentina.

JORGE NAVARRO#9 – non classificato
“Sono deluso ed arrabbiato perché non meritavamo di finire così questo gran premio per qualcosa che non si può controllare quando altri piloti ti cadono davanti. Ho provato a frenare appena ho visto quello che stava accadendo perché non avevo altra soluzione, ma ho bloccato la ruota posteriore, perso grip e son balzato in aria. Alla fine mi hanno dato tre punti al ginocchio destro, spero non sia nulla di grave. Farò ulteriori accertamenti appena arriverò a casa, ma ce la metterò tutta per ritornare al meglio per il Gran Premio di Argentina. È un peccato perché credo potevo stare tra i primi, ma dobbiamo guardare avanti e continuare a lottare!”
FABIO DI GIANNANTONIO#21 – 11°
“Contentissimo! Non mi aspettavo così la prima gara! Ho commesso un errore in partenza, ma alla fine sono riuscito a recuperare le posizioni perse e molte di più di quelle previste. Non mi aspettavo neanche di avere questo passo e invece più giravo più andavo forte quindi tutto benissimo! Con i ragazzi bene bene bene, abbiamo trovato la quadra per la gara che era fondamentale per prendere i punti. Quindi bene, più 5 sulla classifica generale!”

 

QUALIFICHE GP QATAR: QUARTA E SETTIMA FILA PER I PILOTI DEL +EGO SPEED UP

I piloti del team +EGO Speed ​​Up Racing, Jorge Navarro e Fabio Di Giannantonio, sono determinati a raggiungere risultati positivi nella gara di apertura del Campionato Mondiale Moto2 che si terrà sotto i riflettori del circuito internazionale di Losail alle 18:20 (ora locale), in Qatar.

Oggi, per la prima volta, anche la classe Moto2 ha affrontato la doppia qualifica come la MotoGP. Jorge Navarro ha raggiunto l’accesso diretto alle Q2 grazie al sesto tempo delle prove libere combinate. È stata una qualifica più difficile del solito per il numero nove del team che si è classificato dodicesimo e partirà domani dalla quarta fila. Purtroppo il feeling non era lo stesso dei giorni precedenti ed il vento ha reso le condizioni di guida più difficili, ma in gara tutto può cambiare ed è determinato a farlo.

Di Giannantonio invece ha affrontato le Q1 dopo il ventunesimo tempo delle prove libere. Il giovane rookie ce l’aveva quasi fatta ad ottenere l’accesso alle Q2 per poter poi lottare per la pole con i più veloci, ma il giro più veloce della sua qualifica è stato eliminato per aver oltrepassato il cordolo. Partirà così dalla settima fila in diciannovesima posizione determinato sin da subito a raggiungere i primi.

JORGE NAVARRO#9 – 12° in 1’59.325
“Oggi abbiamo continuato a lavorare secondo come avevamo pianificato. Nelle fp3 non c’erano le condizioni adatte per provare e non abbiamo così potuto ricavare buone soluzioni. Anche in qualifica purtroppo non sono riuscito a dare il meglio a causa del forte vento che ha reso la guida sicuramente più instabile. Non sono affatto contento ma dobbiamo guardare avanti perché abbiamo avuto un buon ritmo durante tutta la settimana e domani in gara possiamo essere competitivi!”
FABIO DI GIANNANTONIO#21 – 19° in 1’59.754
“Nel complesso bene! Rispetto a ieri abbiamo migliorato molto aumentando soprattutto il feeling con la moto. In Q1 abbiamo fatto due buoni giri soltanto che il giro che ci portava il Q2 è stato eliminato per mezzo fuori dalla zona permessa. Domani possiamo fare una buona gara, sfrutteremo sicuramente il warm up per cercare di migliorare un altro po’. L’obiettivo è quello di fare punti e quindi ce la metterò tutta!”

 

NAVARRO E DI GIANNANTONIO AL LAVORO NELLA PRIMA GIORNATA DI PROVE LIBERE AL CIRCUITO DI LOSAIL

La prima giornata di prove libere del primo Gran Premio del Campionato Mondiale Moto2 2019 è appena giunta al termine. Lo staff del +EGO Speed Up team è carico per la nuova stagione che anche quest’anno toccherà 19 circuiti in 15 stati del mondo.

La prima prova del Gran Premio del Qatar si è svolta sotto un sole acceso con la temperatura dell’asfalto che toccava i 39 gradi. Nel secondo turno invece il sole è sceso portando la temperatura a scendere fino a 22 gradi. Navarro non perde tempo, e già dalla prima prova fa notare la sua competitività. A fine giornata si posiziona sesto con un gap di soli quattro decimi.

Dall’altra parte del box, Fabio Di Giannantonio ed il suo staff tecnico si sono concentrati sulla messa a punto in ottica gara provando diverse soluzioni. Termina la prima giornata al ventunesimo posto con un buon margine di miglioramento.

JORGE NAVARRO#9 – 6° in 1’59.036
“È stato un giorno positivo. Siamo stati subito competitivi anche se ho commesso un piccolo errore a pochi giri dall’inizio e sono scivolato per il poco feeling. In fp2 siamo partiti con lo pneumatico posteriore usato per vedere quanto grip avevamo e devo dire che ho avuto sensazioni molto positive sia sul grip che sul ritmo. Dobbiamo migliorare nel T1 che è il settore in cui perdiamo più tempo e dobbiamo quindi capire cosa sbagliamo, ma in generale è andata bene!”
FABIO DI GIANNANTONIO#21 – 21° in 1’59.831
“Primo giorno non esattamente come mi aspettavo perché dopo i test della scorsa mi aspettavo di partire meglio. Stiamo provando un po’ di cose, soprattutto sul freno motore e sulla potenza. C’è ancora tanto da lavorare ma rimango positivo perché abbiamo ancora del tempo per fare bene già da domani”.

OFFICIAL TEST LOSAIL 1-2-3 MARZO

IL +EGO SPEED UP TEAM CONCLUDE I TEST PRESTAGIONALI A LOSAIL, QATAR

La terza giornata in pista a Losail ha concluso l’ultimo test ufficiale prima dell’avvio del campionato mondiale in Qatar. Son stati tre giorni di intenso lavoro per il +EGO Speed Up team in cui Jorge Navarro e Fabio Di Giannantonio hanno potuto continuare il lavoro iniziato nei precedenti test prestagionali misurando il potenziale delle Speed Up SF19T su un circuito diverso da quelli provati finora.

Navarro ha confermato le buone impressioni degli ultimi test di Jerez ottenendo il suo miglior crono di 1’58.923 nell’ultima sessione dopo continui progressi. Alla fine dei tre giorni si posiziona settimo a meno di cinque decimi dal primo.

Anche il rookie Di Giannantonio finisce l’ultimo test prestagionale con il sorriso dimostrando ingenti miglioramenti ed il feeling con la moto e con il team in costante crescita. Diciannovesima la sua posizione nella classifica combinata dei tre giorni con il tempo di 1’59.407 a quattro decimi dalla top ten.

Jorge Navarro#9: “Sono contento! In questi tre giorni di test abbiamo lavorato molto sulla moto e ci siamo concentrati anche sulla mia guida migliorando ogni giorno. Abbiamo provato davvero molte soluzioni e anche se non abbiamo ancora trovato l’assetto con il quale mi sento perfettamente a mio agio siamo comunque riusciti a fare un buon giro veloce e soprattutto a trovare un ritmo consistente. Siamo pronti per la prima gara e non vediamo l’ora di tornare in pista!”
Fabio Di Giannantonio#21: “Tre giorni di test più che positivi. Siamo stati più vicini ai primi grazie ai progressi che abbiamo fatto di sessione in sessione dopo varie modifiche e prove in cui abbiamo capito la direzione da prendere. La moto mi piace sempre di più, mi sto adattando moltissimo alla guida di una moto2 e quindi siamo soddisfatti dei passi fatti finora. Ovviamente siamo un po’ lontani dai primi, anche come passo gara, ma non siamo troppo preoccupati perché abbiamo tutto il tempo e la voglia di migliorare!”

Copyright 2016 Speedup Factory © Via Cartiera, 21 36030 Lugo di Vicenza (VI) P.Iva 03568640241