Archive for ottobre, 2018

Phillip Island – AUSTRALIAN GRAND PRIX

philip_circ

  • Lunghezza: 4.448 mt.
  • Larghezza: 13 mt.
  • Lunghezza rettilineo: 900 mt.
  • Curve a sinistra: 7
  • Curve a destra: 5

_________________________

Il Campionato del Mondo di Velocità ha fatto ritorno nel 1997 in uno degli enclavi con più tradizione negli sports di motore. La storia del circuito di Phillip Island risale, in effetti, agli anni ’20, quando in questi paraggi, ancora senza asfalto, si svilupparono le prime gare automobilistiche. La prima gara motociclistica fu inaugurata nel 1931, ma soltanto verso la metà degli anni cinquanta fu costruito un circuito permanente.

I suoi impianti caddero in abbandono alla fine degli anni ’70 e all’inizio degli anni ’80, ma, nel 1985, fu restaurato e modernizzato con un finanziamento di 5 milioni di dollari australiani. Nel 1989 e 1990 si disputarono due Gran Premi d’Australia e nel 1995 si annunciò il ritorno del Campionato del Mondo di Velocità in questo circuito, che divenne realtà nel 1997.

GP AUSTRALIA

MB CONVEYORS-SPEED UP RACING: GARA

DECIMO QUARTARARO AL GRAN PREMIO AUSTRALIANO. IN ZONA PUNTI ANCHE PONS, TERMINA LA GARA QUINDICESIMO

Finisce in zona punti il Michelin Australian Motorcycle Grand Prix per entrambi i piloti del MB Conveyors-Speed Up Racing team che si aggiudicano la decima e la quindicesima posizione.
Allo spegnersi dei semafori Quartararo, che scattava dalla sesta posizione della griglia, perde sei posizioni negli affollati primi giri in cui tutti i piloti cercano di raggiungere le prime posizioni. Il feeling con la moto non è lo stesso riscontrato nelle sessioni del weekend, ma Fabio cerca di recuperare posizioni contrattaccando per non perdere la top ten. Alla fine dei venticinque giri, Quartararo ha la meglio su Bagnaia ed Oliveira e chiude la gara in decima posizione.
Alla sua terza gara in sella ad una Speed UP, Edgar Pons finisce il Gran Premio australiano in quindicesima posizione. È proprio sul circuito di Phillip Island che il pilota spagnolo conferma gli ottimi progressi raggiunti a sole tre gare dal suo arrivo in Speed Up. Difficile anche la partenza di Pons che si vede sfumare quattro posizioni. Alla fine del primo giro lo spagnolo è venticinquesimo, ma già dal secondo il suo ritmo aumenta ed inizia ad accorciare le distanze e a recuperare posizioni finendo la gara quindicesimo.

FABIO QUARTARARO#20 – 10°

“Una gara molto difficile quella di oggi. Siamo partiti con uno pneumatico che non avevamo mai testato nel weekend e questo ci ha compromesso un po’ il risultato di oggi, non avremmo dovuto azzardare una scelta del genere perché non avevo la confidenza per poter svolgere i 25 giri di gara. Ho commesso degli errori di guida ed una brutta partenza che hanno sicuramente influito di molto sul risultato. Ora pensiamo già al prossimo gran premio in Malesia, quello di Sepang è uno dei miei circuiti favoriti”.

EDGAR PONS#57– 15°

“Contento della gara! È stato difficile adattarsi alla moto nei primi due gran premi, ma qui abbiamo fatto davvero un passo avanti. Siamo davvero soddisfatti d’aver raggiunto la zona punti perché è la conferma che stiamo lavorando bene. Sentivo di poter fare una buona gara ma quando si parte così indietro non è mai facile. Ho perso posizioni nel primo giro, ma poi ho trovato un buon ritmo ed ho iniziato a recuperare terreno. Attendo con ansia la Malesia per continuare l’ottimo lavoro che stiamo svolgendo dalla Thailandia!”

27 ottobre 2018

MB CONVEYORS-SPEED UP RACING TEAM: QUALIFICHE

QUARTARARO SI ASSICURA LA SECONDA FILA NELLE QUALIFICHE AUSTRALIANE

Le condizioni meteo hanno reso ancora più impegnativa la seconda giornata del Gran Premio Australiano. La pioggia caduta prima delle qualifiche di Moto3 ha reso la pista insidiosa modificando il grip dell’asfalto e costringendo team e piloti a trovare delle soluzioni di setting adatte alle condizioni della pista.
Ottima la sessione di qualifica di Fabio Quartararo che si assicura la seconda fila dopo una prestazione a dir poco strepitosa. Con un solo stop ai box a metà prova, l’alfiere del team MB Conveyors-Speed Up Racing insieme al suo staff trova il setting ideale che gli permette di qualificarsi a meno di sei decimi dal primo.
Edgar Pons, alle prese con la Speed Up su una pista a tratti difficile da percorrere per il forte vento tipico del circuito australiano, segna il suo miglior giro nell’ultima parte della sessione dimostrando il progresso del suo lavoro con il team. Partirà dalla prima posizione dell’ottava fila nella gara di domani, che andrà in diretta televisiva alle 4:20 ora italiana.

FABIO QUARTARARO#20 – 6° in 1’33.951

Sono contento di com’è andata oggi, abbiamo migliorato molto da ieri. Questa mattina le condizioni erano parecchio difficili ma siamo comunque riusciti a lavorare bene. Poi nel pomeriggio le condizioni sono leggermente cambiate, abbiamo apportato quindi altre modifiche al setting ed il feeling è aumentato. 25 sono i giri della gara di domani, cercheremo di dare il meglio e mantenere un ritmo costante”.

EDGAR PONS#57– 22° in 1’34.844

“Le condizioni meteo hanno decisamente complicato la giornata. Molto vento, pioggia sia al mattino che al pomeriggio prima delle prove e poi la pista che tornava ad essere asciutta ma sporca quindi sicuramente non è stato facile per me. Son contento, anche se ancora una volta la posizione non dimostra il ritmo e la confidenza che ho con la moto. Ad ogni modo stiamo facendo un buon lavoro e credo potremmo fare una buona gara domani!”

26 ottobre 2018

PROVE LIBERE AL MICHELIN AUSTRALIAN MOTORCYCLE GRAND PRIX

FABIO QUARTARARO TREDICESIMO ED EDGAR PONS VENTITREESIMO NEL VENERDì AUSTRALIANO

Il team MB Conveyors-Speed Up Racing ha cominciato oggi la penultima tappa extra-europea al circuito di Phillip Island.
A causa di una consistente perdita di olio in pista dovuta alla rottura del motore di un pilota Moto3 nei primi giri della Fp1, le prove del venerdì australiano subiscono uno slittamento. La Moto2 entra in pista alle 13.00, ora locale, per la prima sessione di prove con pista ancora umida per la pioggia caduta precedentemente. La seconda sessione, posticipata alle 15.30, si è invece svolta su pista asciutta.
Fabio Quartararo si posiziona al tredicesimo posto della classifica combinata delle prime due sessioni di prove libere. Dei problemi alla frizione, risolti dallo staff durante il primo turno, intralciano la Fp1 del pilota francese. In Fp2, al quindicesimo giro sui diciassette effettuati, Fabio segna il suo tempo della giornata in 1’34.641 migliorando di quasi un secondo dalla precedente prova.
Il compagno di box, Edgar Pons, termina ventitreesimo il venerdì australiano con riscontri positivi in entrambe le prove. In Fp1, team e pilota si concentrano sulla messa a punto della moto, dedicando invece la seconda parte della giornata al passo gara dimostrando un lavoro costante ed in crescita.

FABIO QUARTARARO#20 – 13° in 1’34.641

Una prima giornata di prove complicata. Nella prima sessione abbiamo avuto delle difficoltà con la frizione, perdendo quasi la metà del turno fermi al box. Davvero poco feeling con la moto questa mattina. In fp2 son state apportate parecchie modifiche al setting con risultati positivi ma non abbiamo ancora raggiunto il feeling ideale, perdiamo moltissimo nel T4, l’ultima parte del circuito. Dobbiamo assolutamente trovare la soluzione nelle ultime prove di domani pre qualifica”.

EDGAR PONS#57– 23° in 1’35.141

“È stato un primo giorno positivo. Siamo sempre più vicini alla messa a punto della moto adatta alla mia guida. Fp1 e Fp2 sono andate bene. Il tempo giro non è migliorato, ma abbiamo provato il passo gara con un ritmo costante e questo dimostra che stiamo lavorando nel verso giusto. Son sicuro che mano a mano che giriamo e ci alleniamo con questa moto i risultati arrivano. Son davvero contento di poter girare in questo circuito così particolare e bello e con un team davvero professionale!”

Motegi – GRAND PRIX OF JAPAN

  • montegi_circLunghezza: 4801 mt.
  • Larghezza: 15 mt.
  • Lunghezza rettilineo: 762 mt.
  • Curve a sinistra: 6
  • Curve a destra: 8

_____________________

Situato su un posto montano di grande bellezza, nel distretto di Kanto, il circuito giapponese di Twin Ring Motegi possiede un ovale di 2,5 km e una pista classica di una lunghezza di 4,8 km disegnata secondo le norme internazionali. Costruito dalla Honda come laboratorio di prove delle loro differenti produzioni nell’agosto 1997, il circuito di Twin Ring è diventato dal 1999 lo scenario di un Gran Premio del Campionato del Mondo, mentre il tracciato ovale ha permesso di introdurre nel paese le competizioni automobilistiche di ispirazione americana.

Il circuito di Motegi attrae durante l’anno gli amanti del motore, dato che il suo gigantesco recinto ospita il Museo Honda, che esibisce in maniera permanente moto e automobili da competizione di tutte le epoche. Inoltre, questo complesso sportivo si completa con una scuola guida, piste di dirt-trarck e go-kart, hotel, ristorante, negozi e altri servizi che impiegano attualmente 300 persone.

GP GIAPPONE

QUARTARARO IMPRESSIONA CON LA SECONDA VITTORIA, MA LA DIREZIONE GARA LO SQUALIFICA

La splendida vittoria conquistata al Twin Ring Motegi dal numero venti del team, Fabio Quartararo, è stata annullata dopo i festeggiamenti. La causa che ha costretto la direzione gara alla squalifica è la pressione della gomma posteriore, inferiore al minimo. Come da regolamento, la pressione media della gomma posteriore non può essere inferiore a 1.40 bar durante i 22 giri di gara e dopo le verifiche tecniche post gara la pressione media della gomma era di 1.38 bar. Prima della partenza, la pressione della gomma era stata regolata seguendo la procedura dettata dai tecnici in base alle condizioni della temperatura esterna e dell’asfalto. Saranno quindi analizzati i dati per capire la causa di questa insolita perdita di pressione. Una brutta notizia che lascia tutti con l’amaro in bocca, ma che non cancella l’impressionante performance del giovane francese. Dall’altra parte del box, Edgar Pons perde sei posizioni in partenza, ma nel corso della gara, grazie ad un buon feeling con la Speed Up, riesce a recuperare posizioni tagliando la linea del traguardo del Gran Premio del Giappone in ventiquattresima posizione. Il prossimo appuntamento con la Moto2 sarà il prossimo weekend al Gran Premio d’Australia 26-28 ottobre.

FABIO QUARTARARO#20 – squalificato

“Mi dispiace moltissimo per quanto successo. L’unica cosa che mi sento di dire è che la squalifica pesa moltissimo, ma non mi sto giocando il campionato. Sono stato competitivo durante tutto il weekend, sia nelle prove libere, che in qualifica e poi in gara. Indipendentemente dalla pressione delle gomme, so d’essere stato competitivo. Incasso l’esperienza e guardo avanti, rimangono ancora tre gare prima della fine della stagione!”

EDGAR PONS#57– 24°

“La gara non è andata come mi aspettavo. Ci sono delle cose che devo migliorare. I primi giri hanno fortemente condizionato la gara. Il ritmo c’è e anche la velocità, ma perdendo le posizioni in partenza è difficile poi recuperare in questa categoria. Chiedo scusa al team che sta facendo un lavoro impeccabile. Continuerò a lavorare per raggiungere risultati migliori in già dal Gran Premio d’Australia”.

PRIMA FILA PER FABIO QUARTARARO AL MOTUL GRAND PRIX OF JAPAN

Dopo aver siglato il miglior tempo delle prove libere, Quartararo mette tutto sé stesso nelle qualifiche giapponesi e chiude la sessione in seconda posizione in 1’50.924 a -0,165 dal primo. Con un buon ritmo già nella sessione del mattino, Quartararo inizia la qualifica posizionandosi nelle prime posizioni sin dai primi giri. Al giro 18 su 20, il giovane francese segna il miglior tempo della sua qualifica raggiungendo così la prima fila della griglia della gara di domani.

Dall’altra parte del box, Edgar Pons raggiunge l’ottava fila con il ventiduesimo tempo della sessione. Lo spagnolo, al suo secondo Gran Premio con il team MB Conveyors-Speed Up Racing, dimostra evidenti progressi nella guida della sua Speed Up in ogni sua uscita in pista. In qualifica migliora continuamente ed è proprio all’ultimo giro che segna il suo miglior tempo in 1’51,899.

FABIO QUARTARARO#20 – 2° in 1’50.924

Sono abbastanza soddisfatto della prima fila raggiunta nelle qualifiche di oggi. Anche stamattina in Fp3 abbiamo girato molto bene e con buon ritmo siglando il miglior tempo delle tre prove libere. Oggi le temperature si sono alzate cambiando le condizioni della pista e noi siamo riusciti a trovare un buon setting. La seconda posizione in griglia è molto importante per la gara di domani, ce la metteremo tutta per raggiungere il podio!”

EDGAR PONS#57– 22° in 1’51.899

“Oggi è stata una giornata positiva anche se la posizione in griglia non riflette i progressi raggiunti. Stiamo migliorando ma ancora non siamo dove vogliamo arrivare. La cosa più importante di oggi è che il feeling con la moto è migliorato molto e più la guido più miglioro perché capisco ciò che la moto mi chiede. La QP è andata bene, con un decimo in meno staremmo al sedicesimo posto. Non vedo l’ora arrivi la gara di domani per continuare il lavoro che stiamo svolgendo dalla Thailandia”.

QUARTARARO E PONS DANNO IL VIA AL MOTUL GRAND PRIX OF JAPAN

Al circuito di Motegi è iniziato il Gran Premio del Giappone, quartultimo appuntamento del Campionato Mondiale Moto2 2018 e seconda tappa delle quattro gare extra-europee consecutive di fine stagione che proseguiranno nei weekend successivi in Australia e in Malesia.

La prima giornata di prove libere è stata fortemente condizionata dalla pioggia debole. In entrambe le sessioni i piloti del team MB Conveyors-Speed Up Racing sono stati costretti al ritorno ai box per la pioggia che ha reso la pista scivolosa.

Quartararo, nei 14 giri effettuati in Fp2, sigla il quarto tempo della giornata al decimo giro della sessione in 1’52.517 con un gap di soli 0,358 decimi dal primo.

Dopo appena 18 giri completati nelle due prove libere, Edgar Pons si classifica ventitreesimo alla fine della prima giornata del Gran premio del Giappone. Una sfortuna per il pilota spagnolo ed il suo staff non poter sfruttare a pieno le due sessioni a causa della pioggia. L’ultima prova di libere di domani mattina sarà quindi fondamentale per la messa a punto della moto.

FABIO QUARTARARO#20 – 4° in 1’52.517

È stata una giornata un po’ strana perché nella prima sessione non siamo riusciti a girare molto per la poca pioggia che rendeva la pista impraticabile. In fp2 invece abbiamo sfruttato i primi 20 minuti della prova girando con un buon ritmo. Ci manca qualcosa in frenata perché in alcune curve non abbiamo grip.  Domani cercheremo una soluzione a questo problema tempo permettendo”.

EDGAR PONS#57– 23° in 1’54.387

“Il meteo ha decisamente complicato la giornata. Abbiamo bisogno di girare per conoscere meglio le caratteristiche della moto e soprattutto la guida. In ogni caso, con i pochi giri effettuati già sento che il feeling è migliore di quello che avevo in Thailandia, più lavoriamo e più miglioriamo. Speriamo le condizioni metereologiche ci permettano di sfruttare l’ultima sessione di libere di domani mattina.”

CIV VALLELUNGA 5-6-7 ottobre

SENSAZIONALE VEIJER: POLE POSITION E VITTORIA IN GARA2 AL SESTO ROUND DEL CAMPIONATO ELF CIV PRE MOTO3 250 4T

All’Autodromo di Vallelunga è andato in scena il sesto ed ultimo round del campionato ELF CIV Pre Moto3 250 4T.

Collin Veijer porta la sua Speed Up sul gradino più alto del podio in Gara2. Una prestazione spettacolare da parte del giovane pilota olandese che sin dalle prove libere del weekend dimostra un buon ritmo in pista sia in condizioni asciutte che bagnate.

Collin segna il primo tempo delle prove libere e si replica in qualifica ottenendo la pole. Parte così dalla prima posizione della griglia di partenza in entrambe le gare. Purtroppo in Gara1 Veijer scivola su pista bagnata ma non si arrende, risale in sella alla moto e termina la gara a punti in tredicesima posizione.

Collin Vejier#95: “Sono abbastanza soddisfatto di questo ultimo round. Siamo partiti dalla pole position in entrambe le gare. In gara 1 sono stato sfortunato perché ho spinto un po’ troppo sotto la pioggia scivolando fuori pista, ma sono stato in grado di prendere la moto e finire comunque la gara a punti. Son soddisfatto d’aver vinto Gara2, sentivo davvero un buon feeling sull’asciutto. Voglio ringraziare moltissimo il JCR team, sono davvero felice di questa stagione assieme a loro. Voglio ringraziare anche tutti gli sponsor, quelli personali e del team, perché senza di loro non potrei realizzare il mio sogno. Grazie mille a tutti!”

Buriram – Thailand – PTT THAILAND GRAND PRIX


  • Lunghezza: 4.554 mt.
  • Larghezza: 12 mt.
  • Lunghezza rettilineo: 1 km.
  • Curve a sinistra: 5
  • Curve a destra: 7

_______________________

Il circuito internazionale di Buriram (conosciuto anche, per ragioni di sponsorizzazione, come Chang International Circuit) è un circuito per competizioni motociclistiche e automobilistiche situato nella città di Buriram in Thailandia, costruito nel 2014. Dal 2018 entra a far parte di una delle 19 gare valevole per il Motomondiale 2018. Il circuito thailandese ha una lunghezza di 4.6 km, contraddistinto da tre lunghi rettilinei, il più lungo misura precisamente 1 km, la larghezza è di 12 metri, meno di altri tracciati con 14 e 16 metri. Disegnato dall’architetto tedesco Herman Tilke, può ospitare 100.000 visitatori, tutti con una buona visione di quanto accade in pista.

PTT THAILAND GP

UN FANTASTICO QUARTARARO FINISCE QUINTO IL PTT THAILAND GRAND PRIX

Il nuovo Chang International Circuit non spaventa il pilota del team MB Conveyors-Speed Up Racing Fabio Quartararo che termina al quinto posto il primo Gran Premio di Thailandia.

Sin da inizio gara il giovane francese lotta per non lasciarsi sfuggire il gruppo di testa. Perde un paio di posizioni al secondo giro ma dopo sei giri si trova già in quinta posizione. Con tenacia e determinazione respinge gli attacchi da dietro e sigilla il quinto posto con una prestazione fantastica.

Impressionante è stata anche la prestazione di Edgar Pons. Dopo una partenza che lo penalizza e lo porta ventisettesimo, Pons non si arrende e lotta fino all’ultimo giro finendo la sua prima gara con il team MB-Conveyors-Speed Up Racing al diciannovesimo posto.

FABIO QUARTARARO#20 – 5°

“Una gara abbastanza positiva. Ho dovuto lottare molto, soprattutto all’inizio per non perdere il gruppo di testa. Sono riuscito ad avanzare nei primi giri fino, il feeling con la moto era buono e sono riuscito così a fare dei sorpassi anche aggressivi che è quello che mi mancava da qualche gara. Il quinto posto in questo nuovo circuito è sicuramente un buon risultato e siamo soddisfatti di come stiamo lavorando!”

EDGAR PONS#57– 19°

“Non è il risultato che volevamo, ma son contento di questo primo Gran Premio con il team MB Conveyors-Speed Up Racing e soprattutto son contento d’aver finito questa gara perché abbiamo raccolto importanti informazioni su setting e guida che ci serviranno per le prossime gare. Son sicuro che in Giappone andrà meglio! Ancora una volta ringrazio il team per il lavoro svolto, ci vediamo in Giappone!”

 

06 ottobre 2018

MB CONVEYORS-SPEED UP RACING TEAM: QUALIFICHE

TERZA E NONA FILA PER QUARTARARO E PONS AL PTT THAILAND GRAND PRIX

Il numero 20 del team MB Conveyors-Speed Up Racing chiude le tre di sessioni di prove libere del PTT Thailand Grand Prix sulla vetta della classifica e stabilisce così il miglior tempo delle libere, 1’36.670. Quartararo migliora ulteriormente il suo tempo nelle QP classificandosi ottavo a soli due decimi dal primo.

Il compagno di squadra Edgar Pons, al suo primo Gran Premio con il team MB Conveyors-Speed Up Racing, migliora la sua prestazione in Fp3 terminando la sessione con il ventiduesimo tempo. In qualifica Pons riesce a ripetere il tempo del mattino ma non a migliorarlo. Per lo spagnolo, abituato finora a guidare moto diverse dalla Speed Up, sarà fondamentale il warm up di domani per adattare il suo stile di guida e migliorare il feeling con la moto.

FABIO QUARTARARO#20 – 8° in 1’36.670

 “Oggi bene! Nell’ultima sessione di libere di questa mattina ci siamo concentrati sia su passo gara che sul giro veloce. I risultati sono stati ottimi: abbiamo girato a lungo e con buon passo. Domani partiremo dall’ottava posizione in terza fila. Sarà una gara di gruppo perché siamo tutti vicini con i tempi. Possiamo e dobbiamo lottare sin dal primo giro!”

EDGAR PONS#57– 25° in 1’37.588

“Anche oggi è stato un giorno complicato, ma son comunque contento. Anche se la posizione non rispecchia il buon lavoro che stiamo svolgendo stiamo migliorando molto sulla guida di questa moto. Purtroppo le qualifiche non sono andate bene come le Fp3, ma devo continuare a lavorare per capire come funziona la moto e credo che step by step riusciremo migliorare. È una moto diversa da quella che son abituato a guidare devo quindi capire come far risaltare le sue potenzialità. Grazie al mio team, domani darò il massimo in gara!”

05 ottobre 2018

MB CONVEYORS-SPEED UP RACING TEAM: QUARTARARO E PONS AL LAVORO SUL NUOVO CIRCUITO INTERNAZIONALE DI THAILANDIA

Per la prima volta va in scena dal Chang International Circuit di Buriram il PTT Thailand Grand Prix.

I piloti del team MB Conveyors-Speed Up Racing  terminano la prima giornata di prove libere con il decimo (Quartararo#20) ed il venticinquesimo (Pons#51) tempo.

Il nuovo circuito ha richiesto ai piloti e ai tecnici Speed Up maggior impegno e dedizione nella messa a punto delle Speed Up SF18 ottenendo dei riscontri positivi a fine giornata per entrambi i piloti.

Quartararo termina la seconda sessione di prova migliorando il giro veloce ottenuto nelle Fp1 di sei decimi. Assieme al suo staff dovrà risolvere delle complicazioni in accelerazione che riducono il feeling soprattutto in curva.

Il numero 57 del team, Edgar Pons, trova invece la soluzione ai problemi con l’anteriore accusati nella prima prova del mattino migliorando l’approccio con la sua Speed Up.

FABIO QUARTARARO#20 – 10° in 1’37.536

“Un primo giorno abbastanza complicato. Abbiamo perso molto in 2 curve per problemi soprattutto di accelerazione. Dobbiamo lavorarci sopra prima della prova di domani così potremmo sfruttare la Fp3 lavorando principalmente sul setting della moto!”

EDGAR PONS#57– 25° in 1’38.203

“Oggi abbiamo avuto un po’ di problemi con la ruota anteriore nelle curve veloci soprattutto in fp1. La seconda prova libera è andata meglio, avevamo fatto un buon giro e raggiunto la diciannovesima posizione ma ce l’hanno cancellato. Siamo riusciti a risolvere il problema con l’anteriore e questo ci da la carica per lavorare più duramente. È solo la seconda volta che salgo in una Speed Up, quindi dobbiamo cercare di  adattar la moto al mio stile di guida per aumentare il feeling. Chiedo scusa al mio team per la caduta, domani ancora più gas!”

Di Giannantonio con il team Speed Up Racing

Il team Speed ​​Up Racing è lieto di annunciare la firma del pilota Fabio Di Giannantonio per le stagioni 2019 e 2020. Il pilota italiano correrà a fianco dello spagnolo Jorge Navarro.

Nato a Roma nel 1998, Di Giannantonio debutta nel Campionato Mondiale nel 2015 e attualmente è al terzo posto della classifica del Campionato Mondiale classe Moto3.

 

Fabio Di Giannantonio#21
Speed Up Racing Moto2 Rider

“Prima di tutto volevo ringraziare Luca per avermi dato questa opportunità che ho tanto cercato e voluto. Sono contento e pronto ad iniziare questa nuova avventura! La Moto2 è una categoria impegnativa e all’inizio mi ci vorrà un po’ di tempo per adattarmi, ma la voglia di imparare è tanta e sono sicuro che la squadra potrà aiutarmi! Adesso ho le ultime 5 gare di questo 2018, darò il massimo per cercare di fare il salto da campione!”

Luca Boscoscuro
Speed Up Racing Team Manager

“Sono davvero lieto di annunciare che Fabio Di Giannantonio sarà con noi per le prossime 2 stagioni. Avere Fabio nel team Speed Up apre una nuova ed entusiasmante sfida e lotteremo insieme per raggiungere ottimi risultati. Fabio è un giovane talentuoso ed ha ciò che serve per competere in Moto2. Siamo impazienti di vederlo su una moto Speed Up”.

Copyright 2016 Speedup Factory © Via Cartiera, 21 36030 Lugo di Vicenza (VI) P.Iva 03568640241